I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Music

Ana Mena: “L’Italia mi ha dato tanto”

today5 Giugno 2024 29

Sfondo
share close


Ana Mena torna a sorprendere i fan con Cinema Spento. Sebbene il pubblico italiano sia abituato a vederla in un contesto estivo, Ana sente la necessità di mostrare anche il suo lato più maturo: “Questo lato un più profondo, più serio, anche più alternativo, è quello in cui mi sento più me stessa”.

In un’intervista a Fanpage, parla delle sue influenze musicali, da Mina (suo mito musicale) a Tropico, alias Davide Petrella. La cantante sceglie di rappresentare la personale e profonda connessione con il mondo musicale italiano, di conseguenza afferma: “È quello con cui sono più in connessione, alla fine sono gli artisti che ascolto, è la musica che mi piace”.

La canzone, che descrive come “notturna”, non è adatta ad un’unica stagione, ma può essere ascoltata sia col sole che con la neve. Per Ana, la musica è atemporale e ha l’obbligo di accompagnare le persone in ogni attimo della loro vita. Spiega poi: “Non tutti ci sentiamo nello stesso modo tutti i giorni. Un giorno sei più contento, quello successivo ti è successo qualcosa, stai male, tutte le persone hanno questi alti e bassi e penso che la musica debba accompagnarci sempre”.

Collaborare con Dargen D’Amico è stata una scoperta: “Ho compreso meglio il suo lato più rap, non conoscevo molto, e penso che su questo pezzo abbia dato quel tocco fresh che gli mancava”.

Negli anni, il legame di Ana con l’Italia si è rafforzato, tanto da considerarla come una seconda famiglia. “Avete una musicalità particolare e un modo di scrivere le canzoni diversa rispetto a come si fa in altri paesi. Fin da piccola ascolto molti classici italiani”.

La sua musica ha subito l’influenza di grandi artisti, quali Mina, Laura Pausini, Zucchero, e più recentemente del mondo indie e urban italiano, con Colapesce e Dimartino, Coez, Madame e Rkomi. “Ciò che mi viene da scrivere nasce da quel mondo lì”.

Il ruolo dell’artista è risultato determinante nel diffondere la musica italiana in Spagna, rendendo di conseguenza possibile l’inserimento di giovani artisti italiani nel mercato spagnolo.

La missione di Ana: “Quello volevo fare era tentare di riportare quella tradizione che c’era quindici anni fa, quando gli artisti italiani traducevano i propri successi in spagnolo e c’era un legame veramente bello tra i nostri due Paesi, di fraternità musicale”.

Un featuring da sogno? Conclude senza alcun dubbio citando Mina, Laura Pausini, Zucchero, e i più recenti Colapesce Dimartino e Tropico, di cui è grande fan.





.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%