I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Tecnologia

leggerissima e si svuota da sola

today31 Ottobre 2023 29

Sfondo
share close


L’avevamo vista a IFA 2023 e l’abbiamo provata di recente: Tineco Pure One Station ha subito convinto per le sue dimensioni ultra compatte. Rispetto a tante altre alternative il corpo è davvero piccolo, tanto da sembrare fin troppo piccolo, ma ciò si traduce in una maneggevolezza unica per questo tipo di elettrodomestici e in un peso che si attesta a soli 1,22 kg per il corpo principale. Tra i più leggeri della categoria.

La cosa sorprendente è come Tineco sia riuscita ancora una volta a offrire un pacchetto non solo così leggero, ma potente ed efficace e con un’autonomia in linea con i maggiori competitor seppur la batteria sia di dimensioni ridotte. Segno di un grande lavoro di ottimizzazione che analizziamo nel dettaglio.

COM FATTA

Iniziamo a parlare proprio dell’aspirapolvere senza fili in quanto la stazione di manutenzione merita un paragrafo a parte. Come anticipato è molto compatta e integra alcuni accessori: tubo di prolunga, spazzola multisuperfici con tecnologia ZeroTangle e LED frontali, spazzola per tappezzeria e beccuccio multiuso. Nella confezione viene anche fornita una spazzolina per la manutenzione dell’elettrodomestico.

La batteria è integrata mentre nella parte superiore c’è il filtro HEPA che trattiene la polvere nella fase di espulsione dell’aria e può essere facilmente sostituito. Il display, rispetto alla Tineco Pure One S15 Pet passa alla parte posteriore e diventa così più semplice da leggere e da consultare. Vengono visualizzati il funzionamento del sensore iLoop e la batteria residua grazie a cinque sfere di colore verde, oltre alla modalità selezionata. Si può scegliere tra Auto e Max: quest’ultima porta l’aspirapolvere alla massima potenza ma risulta non necessaria perché il sensore integrato è davvero efficace a riconoscere lo sporco. Il pulsante di accensione è posto sul manico e l’ergonomia è ottima: l’aspirapolvere risulta facile da manovrare, sia quando si pulisce il pavimento sia quando si puliscono mensole o altre superfici.

Specifiche tecniche

  • Peso del corpo: 1,22 kg
  • Lunghezza tubo di prolunga: 67cm
  • Accessori inclusi: Spazzola multisuperfici con LED e tecnologia ZeroTangle, spazzola per tappezzeria, beccuccio per angoli e piccole superfici, spazzola per manutenzione
  • Autonomia: 60 minuti in modalità “Auto”
  • Serbatoio: 300ml
  • Modalità di aspirazione: Auto, Max
  • Sistema di filtrazione: a quattro stadi
  • Tipo di aspirazione: Tecnologia PureCyclone
  • Tempo di ricarica: circa 4 ore
  • Riconoscimento dello sporco: tramite sensore iLoop

LA BASE DI MANUTENZIONE

La più grande novità della Pure One di nuova generazione consiste proprio nella dicitura “Station”. Chiamarla base di svuotamento automatico sarebbe riduttivo in quanto è più corretto intenderla come una vera e propria stazione (OmniHub) che aiuta sì a svuotare il serbatoio ma anche a ridurre gli intervalli di manutenzione dell’aspirapolvere senza fili. Quando l’aspirapolvere viene posizionato sulla base questa si accende, lo blocca in posizione e fa partire sia la spazzola che il motore dell’aspirapolvere che, insieme alla forza aspirante della base, permettono di eliminare tutto lo sporco catturato sia dalla spazzola che dai filtri.

Sporco che viene poi immagazzinato nell’ampio serbatoio da tre litri posto nella parte frontale in maniera parecchio scenica: il vortice di aria e sporco viene infatti illuminato da alcuni LED bianchi posti nella parte alta. Separata la polvere dall’aria, questa viene espulsa tramite un filtro HEPA a cui si può aggiungere una pastiglia di profumo inclusa nella confezione. Si tratta di un piccolo profumatore di ambienti che dovrebbe durare circa un paio di mesi.

Nella parte alta c’è un display e alcuni pulsanti touch che permettono di gestire i comandi vocali e monitorare il funzionamento della stazione in tutte le sue fasi, oltre che segnalare eventuali errori di posizionamento da parte dell’utente. Anche la base risulta piuttosto compatta se paragonata ad altre soluzioni simili, come l’LG CordZero o il Samsung Bespoke Jet Pro e permette di conservare tutti gli accessori in maniera ordinata.

Specifiche tecniche

  • Dimensioni: 111 x 42 x 31 cm circa
  • Peso: circa 8 kg
  • Capacità serbatoio: 3 litri
  • Filtrazione: Filtro HEPA con profumatore per ambienti

TECNOLOGIA AL SERVIZIO DELLA PULIZIA

Quando qualche anno fa il mondo della tecnologia si è rivolto verso questi elettrodomestici c’era un po’ di scetticismo da parte del pubblico. Dopo qualche anno possiamo tranquillamente affermare che alcune tecnologie hanno davvero rivoluzionato il modo di pulire. Fino a qualche anno fa era impensabile non regolare la potenza di aspirazione di un aspirapolvere. Oggi si può fare, grazie alla tecnologia iLoop di Tineco. La Pure One riconosce la quantità di sporco presente sul pavimento e regola in automatico la potenza di aspirazione a seconda delle necessità. Ciò viene indicato anche sul display tramite una barra che cambia colore dal blu al rosso man mano che lo sporco aumenta. Una caratteristica molto utile non solo per la quantità di sporco, ma anche nel caso di un appartamento che presenta superfici diverse, come marmo, parquet o moquette e tappeti.

C’è poi il sistema di aspirazione a quattro stadi denominato PureCyclone: la polvere inizialmente catturata attraversa la prima membrana in silicone e passa nel filtro metallico all’interno del serbatoio. I ciloni posti nella parte superiore contribuiscono ad aumentare la potenza di aspirazione e l’aria viene ulteriormente filtrata dall’ultimo filtro HEPA in grado di catturare fino al 99,99% delle microparticelle.

La tecnologia ZeroTangle presente sulla spazzola, più compatta e con setole più dure rispetto ai modelli precedenti, consiste in una serie di pettini che districano peli e capelli per consentirne la corretta aspirazione. Infine, il Pure One Station è dotato anche di connettività Wi-Fi e applicazione. Questa consente di monitorare l’uso dell’elettrodomestico, la base di svuotamento anche a distanza, la ricarica e la vita residua del filtro. Bella la grafica, molto moderna.

COME VA NELLA VITA DI TUTTI I GIORNI

Iniziamo dall’estetica. Mentre negli primi anni 2000 gli aspirapolvere erano destinati allo sgabuzzino o alla cantina, oggi sono diventati oggetti da salotto o comunque da zona living. L’impatto dato dalla Tineco Pure One Station è senza dubbio elegante: il contrasto tra il colore viola anodizzato e nero risulta sobrio, moderno e si discosta dai classici colori degli elettrodomestici rendendo l’insieme gradevole da vedere. È necessario avere uno spazio dedicato, in quanto la base va costantemente alimentata. Sotto questo punto di vista suggeriamo l’abbinamento a una presa smart da poter controllare al bisogno, per evitare di stressare la batteria integrata e preservarne la durata.

L’aspirapolvere risulta intuitivo e semplice e la modalità Auto è un salvavita. L’aspirapolvere regola tutto da solo e l’utente deve solo passarlo su tutti i pavimenti. Il rumore c’è, ma non risulta fastidioso soprattutto nell’uso di crociera con la potenza di aspirazione al minimo. I LED frontali fanno un buon lavoro nell’illuminare la zona antistante alla spazzola per permettere di individuare lo sporco e lo snodo della spazzola consente di arrivare comodamente anche sotto radiatori, mobili non troppo bassi o sanitari sospesi. Tineco non è solita indicare la potenza di aspirazione, né abbiamo strumenti adatti per lo scopo. Ciò che possiamo dirvi è che il pavimento risulta pulito dopo il passaggio, anche su bordi e angoli. Messo alla prova con capelli lunghi e sporco intenso (chicchi di riso, cereali) la Pure One non fa una piega. La batteria in modalità “Max” ha una durata di circa 15 minuti, mentre in modalità “Auto” la sua durata dipende dal tipo di superficie e sporco che vengono aspirati. Più sarà intenso, meno durerà, ma realisticamente si riesce sempre ad arrivare ad almeno 40 minuti di utilizzo.

LA STAZIONE NELLA VITA DI TUTTI I GIORNI

Terminata la pulizia l’aspirapolvere va posizionato sulla stazione. Essa prende vita, blocca la Pure One e inizia il procedimento di svuotamento e pulizia. Il flusso d’aria generato è potente e sufficiente a svuotare il serbatoio, districare eventuale sporco dalla spazzola e pulire il filtro HEPA, allungandone la vita utile. Un po’ di sporco rimane però intrappolato nel filtro a maglia metallica, richiedendo un intervento manuale.

La base torna effettivamente utile perché oltre a eliminare la necessità di svuotare il serbatoio dell’aspirapolvere, permette di allungare gli intervalli di manutenzione comunque necessari per mantenere una buona efficacia. A ciò si aggiunge la scelta di non dotare la base di un sacchetto per la raccolta ma di un serbatoio del tutto simile a quello integrato nell’aspirapolvere, ma con capienza ben maggiore, in grado, a detta di Tineco, di consentire fino a due mesi di raccolta prima di dover essere svuotato. Operazione che viene eventualmente segnalata anche sul display della stazione. La procedura di svuotamento è semplice come lo è anche lo smontaggio del filtro nella parte superiore del serbatoio.

CHI DOVREBBE ACQUISTARE LA TINECO PURE ONE STATION

Il prodotto convince. Seppur il prezzo di 799 euro sia in generale abbastanza alto, è allineato ai maggiori competitor, sia in termini di praticità che di efficacia e potenza, anche quelli che non sono dotati di una base simile. La potenza di aspirazione c’è, l’efficacia è ottima su tutte le superfici e anche chi ha animali in casa troverà nel Pure One Station un valido alleato. Si tratta comunque di un dispositivo nuovo, leggermente diverso dal classico aspirapolvere senza fili che offre alcune caratteristiche in grado di soddisfare determinate esigenze. In particolar modo crediamo possa tornare molto utile a chi pulisce casa di sovente, a chi ha animali in casa, a chi effettua tante piccole pulizie durante la settimana. In questi casi la possibilità di pulire l’area desiderata, che sia una stanza o l’intero appartamento, e riporre l’elettrodomestico nella sua base con la consapevolezza che si svuota e si pulisce da solo rappresenta un gran bel risparmio di tempo.

VIDEO



.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%