I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Cinema

Perché Britney Spears è felice di non essere ne Le pagine della nostra vita?

today18 Ottobre 2023 5

Sfondo
share close



La storia di Britney Spears è una delle più complicate ed allo stesso tempo affascinanti di Hollywood. Protagonista di un’odissea dal buio alla luce, la star è riuscita soltanto negli ultimi anni ad aprirsi in merito ai suoi drammatici trascorsi, scuotendo la sensibilità del mondo intero.

La vita della celebre cantante sembra essere scritta appositamente come fosse la sceneggiatura di una coinvolgente pellicola e quasi a portare le mani avanti è Millie Bobby Brown interessata ad interpretare Britney Spears in un eventuale biopic.

In attesa dell’uscita della sua biografia The Woman in Me, Britney ha condiviso con People un estratto esclusivo dal suo libro, nel quale rivela interessanti dettagli in merito alla propria audizione non andata in porto per Le pagine della nostra vita, l’iconico film romantico del 2004 di Nick Cassavetes.

La Spears, infatti, ha debuttato nel mondo del cinema nel 2002 con il suo primo lungometraggio, Crossroads, recitando al fianco di Zoe Saldana e Taryn Manning. La popstar sembrava poter avere tutte le carte in regola per diventare anche una rinomata attrice, tuttavia la storia è andata molto diversamente rispetto al previsto e di questo, paradossalmente, Britney ne è più che soddisfatta.

“Non avevo alcun problema con la produzione”, ammette la Spears nel suo libro, “ma con gli effetti della recitazione sulla mia mente”. Aggiunge anche: “Penso di aver iniziato a recitare seguendo il Method acting, solo che non sapevo come uscire dal mio personaggio. Ero diventato realmente la persona che interpretavo, […] non ho avuto alcuna separazione”.

Insomma, la cantante di Toxic e …Baby One More Time non riusciva più a secernere realtà e finzione, trovandosi prigioniera di una realtà complessa ed estremamente delicata, in grado di portare anche a conseguenze estreme. Britney, infatti, rivela di essersi comportata in maniera diversa dal solito, parlando e camminando come avrebbe fatto il suo personaggio.

Nonostante ciò, riuscì ad ottenere l’audizione per The Notebook insieme a Rachel McAdams. Come ben sappiamo, la seconda ottenne il ruolo donandoci una prova recitativa toccante e memorabile. Ma questo non è motivo di alcuna invida o rancore per la Spears, anzi è grata che il fallimento del suo provino abbia messo un punto alla sua carriera cinematografica, la quale rischiava di divenire un pericolo per la sua stessa vita.

“Quello è stato praticamente l’inizio e la fine della mia carriera di attrice, e mi sono sentita sollevata. Anche se sarebbe stato divertente riconnettermi con Ryan Gosling dopo il nostro periodo in The Mickey Mouse Club, sono felice di non averlo fatto.

Non tutto il male vien per nuocere: a seguito del rifiuto, la cantante ha avuto modo di focalizzarsi in maniera univoca sulla musica, incidendo e pubblicando nel 2003 quello che forse è il più famoso dei suoi album, ovvero In the Zone.

Il passato continua a tormentare Britney Spears, come lei stessa ammette; tuttavia, la possibilità di rivelare pubblicamente i retroscena della propria carriera e della propria vita può solo essere terapeutico e catartico per l’amata star.



.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%