I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Tecnologia

Giocare su TV senza console: la nostra prova del Samsung Gaming Hub | Video

today30 Giugno 2023 4

Sfondo
share close


Da qualche anno a questa parte, con l’introduzione di pannelli ad alta frequenza di aggiornamento, i vari produttori di televisori hanno iniziato a integrare all’interno del software dei propri prodotti una serie di funzioni legate al mondo dei videogiochi. Soluzioni che permettono di ottimizzare, appunto, l’esperienza di gioco.

Samsung è una di queste e ha dotato il nuovo modello MiniLED 8K QN900C da 65 pollici di un pannello capace di un refresh-rate che arriva fino a 144 Hz e dell’ultima versione del suo Gaming Hub, un ecosistema / raccoglitore dove trovare tutti i collegamenti rapidi alle vostre console, gaming PC, applicazioni gaming e cloud gaming per accedere all’esperienza di gioco in maniera rapida e intuitiva.

GAMING HUB E CLOUD GAMING

Fino a pochi anni fa, al gaming su TV venivano subito associate le console, ma ora grazie a connessioni internet più performanti, al cloud e ai SoC di ultima generazione, le smart TV (e non solo) hanno cominciato a integrare anche servizi di cloud gaming in streaming. Samsung, nel suo Gaming Hub, propone il supporto alle piattaforme più apprezzate e conosciute come Xbox Game Pass, Nvidia GeForce Now nella versione in grado di accedere anche ai server in cloud dotati delle schede RTX4090 (fino a 4K, HDR e con Raytracing) e Utomik non ancora localizzata in italiano.


Il tutto, ovviamente, non esclude le console che continuano ad essere collegabili al televisore e all’interno del Gaming Hub vi ritroverete con i collegamenti rapidi di accesso, relative icone e un trasferimento del segnale HDMI ottimizzato (grazie al protocollo CEC, all’ALLM e al VRR delle HDMI in versioni 2.1).


Per sfruttare al massimo le piattaforme di cloud gaming, la connessione Bluetooth integrata nel televisore consente di collegare direttamente un qualsiasi controller gaming wireless compatibile. A quel punto è possibile fare a meno del telecomando in dotazione anche per navigare nel menù del televisore e fruire delle sessioni gaming in cloud in maniera assolutamente simile all’esperienza console.

Una volta completati i collegamenti console, ma soprattutto effettuato l’accesso alle piattaforme di cloud gaming, il Gaming Hub funge anche da aggregatore di contenuti e suggerimenti in base alle vostre preferenze di gioco, nonché relative proposte d’interesse a eventuali canali YouTube o anche Twitch e consigli di nuovi giochi catalogati per genere.

LE NOVITÀ INTRODOTTE NEL 2023

Seppur affinate in questa versione 2023, le funzionalità elencate fino ad ora non rappresentano una novità assoluta rispetto all’interfaccia Gaming Hub precedente. Per scoprire nuove feature bisogna, infatti, accedere alla Game Bar che si attiva durante una sessione di gioco tenendo premuto il tasto “Play” del telecomando. Trattasi di una barra pop-up che consente di visualizzare una serie di informazioni di gioco e di attivare o disattivare diverse funzioni che portano a migliorare l’esperienza di gioco.


A questo proposito le novità di quest’anno sono fondamentalmente due: la prima è il “mirino virtuale” che permette di visualizzare un mirino rosso, blu o bianco nella posizione preferita per aiutarci a colpire gli avversari durante i giochi sparatutto in prima persona. Una sorta di piccolo trucco che ci viene in soccorso nel momento in cui siamo, ad esempio, nascosti dietro a una copertura, prima di ritrovarci esposti al fuoco nemico; il secondo è, invece, lo “zoom della mini-mappa”. Alcuni giochi, come gli Open World o gli stessi FPS, integrano all’interno della propria interfaccia una piccola mappa che consente di capire dove siamo all’interno del “mondo” di gioco. La funzione “zoom” consente proprio di ingrandire queste mappe direttamente all’interno dello schermo o di visualizzarle su un eventuale secondo schermo associato al televisore.


Dalla Game Bar, ma anche dalla schermata principale del Gaming Hub, è poi possibile accedere alle opzioni audio per selezionare una soundbar, un sistema home theater (magari in Dolby Atmos, supportato dal TV), uno speaker esterno o anche cuffie Bluetooth da utilizzare durante le sessioni ludiche. Chi volesse, potrà anche associare il proprio account Spotify e riprodurre così la propria musica preferita durante i giochi.

L’ESPERIENZA DI GIOCO

Collegata una console o un PC gaming, l’esperienza di gioco è senza dubbio appagante e immersiva, visto che ci troviamo di fronte a un televisore top di gamma dotato di un pannello in grado di riprodurre refresh-rate fino a 144 Hz, immagini in 4K e 8K, anche in HDR (HDR10 e HDR10+, non è previsto il supporto Dolby Vision) e anche con Variable Refresh Rate (anche nelle versioni proprietarie AMD FreeSync Premium e Nvidia G-Sync).


Venendo invece al cloud gaming, ecco che entra in gioco l’ulteriore variabile della qualità della vostra connessione internet. In presenza di una connettività internet stabile e di qualità, l’esperienza si avvicina molto a quella di una console anche in termini visivi. Viceversa, con una connessione “ballerina”, le piattaforme di cloud gaming privilegiano sempre l’esperienza di gioco e tentano di renderla il più fluida possibile a discapito della qualità visiva (risoluzione, dettaglio e qualità dei rendering).


A nostro avviso, per migliorare quest’ultimo punto, evoluzioni future potrebbero prevedere accordi tra i produttori TV e gli sviluppatori delle piattaforme (vedi tra Samsung e Microsoft, ad esempio) per integrare nei televisori soluzioni di archiviazione più ampie e veloci che possano consentire di scaricare alcune porzioni di gioco (come, ad esempio, le texture) che andrebbero così a facilitare poi lo streaming anche in presenza di una connessione di rete non ottimale…vedremo! Nel mentre possiamo dire che il Gaming Hub di Samsung ha ormai raggiunto un ottimo livello di integrazione e di aggregazione. E chissà che in futuro i produttori di smart TV più evolute non decidano di vendere alcuni modelli in bundle con un joypad?

VIDEO

in collaborazione con Samsung



.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%