I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Ambiente

Cresce del 10% il fatturato delle principali cantine vinicole italiane

today30 Maggio 2023 2

Sfondo
share close

I produttori italiani di vino hanno chiuso il 2022 con un aumento del fatturato del 10%, suddiviso tra il +16,9% dei vini frizzanti e il +8,2% dei vini fermi. Il dato arriva dall’indagine sul settore vinicolo che l’Area studi Mediobanca ha appena pubblicato, e che compre le 255 principali società italiane con un fatturato totale di 10,7 miliardi di euro, pari all’89,3% dei ricavi dell’intero comparto. L’export, cresciuto del 9,5%, si dirige per il 37% verso i Paesi Ue, per il 34% verso il Nordamerica e per il 26% verso l’America Latina.

La ripresa del flusso turistico ha favorito le vendite nel canale Horeca (+19,9%) così come i ricavi dei servizi enoturistici, cresciuti del 67%, tanto che oggi solo il 17,5% delle società non svolge alcuna attività in cantina. Frena, invece, l’e-commerce: nel 2022 le vendite online delle principali imprese vinicole si sono ridotte del 3,7% e rappresentano solo l’2,1% del fatturato nazionale.

Per quanto riguarda le cantine, anche per il 2022 la leadership delle vendite resta appannaggio del gruppo cooperativo Cantine Riunite-GIV, con un fatturato a 698,5 milioni (+10% ); al secondo posto il neonato polo vinicolo Argea (455,1 milioni, +9,6%) e al terzo Iwb (430 milioni, +5%). Quanto a redditività, il 2022 vede in testa la toscana Frescobaldi, seguita dalla veneta Santa Margherita e da Terra Moretti. Nel 2022 è infine cresciuta la partecipazione dei fondi di private equity ai capitali delle principali imprese vinicole (+63,5% sul 2020), attestandosi al 4,6% del totale. Al controllo familiare spetta invece il 65,8%.

Per il 2023? Gli operatori sono ottimisti: si aspettano una crescita delle vendite complessive del 3,3%.

Scopri di più
Fonte

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%