I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Music

Al via la 67a edizione del Festival dei Due Mondi di Spoleto

today14 Giugno 2024 19

Sfondo
share close


Al via la 67a edizione del celebre Festival dei Due Mondi, che si è assicurato per il secondo anno la presenza di un direttore come Iván Fischer e della sua orchestra, la Budapest Festival Orchestra; e, parimenti, di una formazione come l’Orchestra di S. Cecilia, impegnata nell’opera e nel concerto finale, che presenta (finalmente!) musiche che raramente Spoleto ha potuto ascoltare. Innovazione in Val d‘Ossola, con il progetto Sphera; e grandi giovani cantautori nel Canavese, e artisti giovani dall’Italia al Congo.

Spoleto (PG)

Dal 28 giugno al 14 luglio la 67a edizione del Festival dei Due Mondi, con più di sessanta spettacoli tra opera, musica, danza e teatro, performance e installazioni artistiche. Apre l’opera “Arianna a Nasso” di R. Strauss, con una formazione come la Budapest Festival Orchestra e il suo fondatore e direttore Ivá Fischer; sarà un’”Arianna” senza il prologo, al cui posto verrà presentata una versione coreografata del “Bourgeois gentilhomme”, sempre di Strauss. Ricorderemo anche l’”Orfeo ed Euridice” di Gluck, con un’altra formazione d’eccellenza, l’Orchestra di S. Cecilia, direttore Manacorda e regia di Michieletto. Conclude il 14 con il tradizionale Concerto in Piazza Duomo di nuovo l’Orchestra di S. Cecilia con la direzione e la voce di Barbara Hannigan e un programma speciale. Hannigan porta al Festival la “Girl Crazy Suite”, dal celebre musical di Gershwin; lei l’ha incisa, premiata con un Grammy Award. Nella prima parte del concerto ecco il non frequente “Le festin de l’araignée”, suite dal balletto di Albert Roussel, che racconta una sfilata di insetti intrappolati nella tela del ragno tra le piante di un giardino assolato.

Oira Crevoladossola (VCO)

Dal 21 al 23, nell’ex cava di granito che già conosciamo per la stagione di Tones Teatro Natura, ecco Sphera, un nuovo progetto, una tre giorni di performance, musica, talk, escursioni, pratiche meditative e approfondimenti sul tema dell’eno-gastronomia etica. Vi prenderanno parte le cantautrici Marianne Mirage e Carmen Consoli, il filosofo della scienza Telmo Pievani, il progetto Tlon, il giornalista e divulgatore enologico Sandro Sangiorgi, la creator digitale Little Vegan Witch, l’antropologa Valeria Mosca e l’esploratore Stefano Luca Tosoni, il collettivo Atmospherica, il Wood*ing Wild Food Lab e l’Apiario del Benessere, il vice-direttore di Sky Tg 24 Alessandro Marenzi. Ispirato ai principi del New European Bauhaus Project – il progetto europeo di trasformazione dei modi di pensare e degli stili di vita fondato sulla sostenibilità, sull’inclusività e sull’innovazione tecnologica – Sphera punta a toccare ogni aspetto dell’esistenza umana, da quella intellettiva a quella emotiva, fino alla cura e al benessere del corpo.

Ivrea (TO)

Dal 21 al 23 al Parco Dora Baltea il festival Apolide, oltre 40 spettacoli tra concerti, performance di nuovo circo, incontri e dj set disseminati in diversi luoghi cittadini e sui quattro punti spettacolo. Nella line up cantautori come Motta, Cosmo e Ex-Otago, il sound hard-pop dei Santi Francesi; il rock dei Tre Allegri Ragazzi Morti. E poi il groove equatoriale dei Parbleu, i nuovi inni dance, tra future garage e post-dubstep, di Okgiorgio, il pop cosmopolita della cantante italo-palestinese Laila Al Habash, la canzone d’autore di Elasi. L’electro pop dei Queen Of Saba, come i Monte Mai, i parigini Uto e il duo Le Feste Antonacci; mentre una forma eclettica ed esigente di musica industriale contemporanea caratterizza il duo italo-spagnolo Dame Area. Dal Congo la nuova generazione dei Kin’Gongolo Kiniata, con il loro afro pop sperimentale.

Scopri di più
Scopri di più



.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%