I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Cinema

come diamine hanno fatto a girare un’intera trilogia in soli 52 giorni?!

today17 Maggio 2024 17

Sfondo
share close


Il regista Renny Harlin ha promesso una maxi director’s cut per la trilogia di The Strangers, nuova saga che farà rinascere il famoso franchise horror, ma molti non sanno che questi nuovi tre film sono stati girati tutti insieme nell’arco di soli 52 giorni.

Certo non stiamo parlando di mega blockbuster fantascientifici con cast immensi e set giganteschi, ma si tratta comunque di un’impresa non da poco resa possibile solo da un regista esperto come Harlin, che in quattro decenni di carriera ci ha regalato perle come Die Hard 2, Cliffhanger, Deep Blue Sea e A Nightmare on Elm Street 4.

Niente è troppo ambizioso per me. Se fosse stato un vero e proprio remake o un sequel, avrei sicuramente rinunciato perché, a questo punto della mia vita, non avrei toccato un classico come l’originale The Strangers”, ha detto il regista a The Hollywood Reporter. “Ma l’idea di realizzare questa epopea di quattro ore e mezza e di dividerla in tre capitoli è stata un’opportunità davvero unica. Quindi ho pensato che me ne sarei pentito per il resto della mia vita se non mi fossi buttato nella mischia senza riflettere. La sfida ricollegarci al film originale con Capitolo 1, che non è un remake ma più un sequel/reboot, per poi ampliare sempre di più la saga con i capitoli due e tre, che vanno in direzioni completamente diverse rispetto al primo capitolo e diventano più epici.

I tre film sono stati girati contemporaneamente, come accadde con la trilogia de Il signore degli anelli di Peter Jackson (fatte le dovute proporzioni, ovvio) sfruttando il più possibile le stesse location: “Ci sono alcuni luoghi che compaiono in tutti e tre i film, sebbene i film siano molto diversi l’uno dall’altro visivamente e in termini di trama. Per ragioni finanziarie e di programmazione, una volta che vai in una location e porti l’intero circo di 300 persone e tutta l’attrezzatura, i camion e tutto il resto, devi fare tutte le scene ambientate in quella location. Quindi, mettiamo, il lunedì mattina facevamo una scena per il capitolo tre e il lunedì pomeriggio ne facevamo un’altra per il capitolo uno, e così via.”

Per altri contenuti guardate il trailer ufficiale di The Strangers: Capitolo 1, prima parte della trilogia.



.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%