I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Cinema

Megalopolis: gestazione turbolenta per il film di Coppola, il regista fumava troppo?

today15 Maggio 2024 20

Sfondo
share close


Aggiornamento: abbiamo aggiornato la notizia per maggiore chiarezza, ribadendo che al momento il regista non ha ancora risposto alle accuse mosse dalle fonti del Guardian e come queste dichiarazioni siano ancora da confermare.

Il mondo del cinema è spesso un terreno di scontri tra tradizione e innovazione, e a quanto sembra stando ad alcune fonti del The Guardian, questo conflitto è emerso in modo tangibile sul set di Megalopolis, il nuovo progetto cinematografico del leggendario regista Francis Ford Coppola.

Se il trailer ufficiale di Megalopolis è folle pare sia stato altrettanto il clima sul set per via delle frequenti incomprensioni tra il regista e le innovazioni digitali raggiunte dalle produzioni cinematografiche. Ma quando si parla di Megalopolis Coppola è particolarmente sensibile: il regista è così legato alla pellicola, da aver riscritto la sceneggiatura di Megalopolis oltre 300 volte in 40 anni.

Megalopolis, il racconto della visione utopica di un progettista intenzionato a ricostruire New York dopo una catastrofe, doveva rasentare la perfezione e questa ricerca continua ha contributo a creare un’atmosfera piuttosto tesa durante le riprese. Fonti del The Guardian descrivono Coppola come un regista ancorato a un’epoca in cui l’autore è l’unico a conoscere appieno il proprio lavoro, mentre gli altri membri della troupe sono lì solo per eseguire i suoi comandi.

Un membro della troupe, inoltre, avrebbe raccontato: “Coppola si presentava spesso la mattina prima di lunghe scene e poiché non avevamo alcun programma proprio perché non permetteva ai suoi collaboratori di lavorare, spesso restava seduto nella sua roulotte per ore e ore. Non parlava con nessuno, fumava spesso marijuana… E passavano ore e ore senza che venisse filmato nulla. La troupe e il cast dovevano rimanere lì ad aspettarlo“.

Francis Ford Coppola non ha replicato alle testimonianze riportate dalla testata inglese e dunque al momento ci limitiamo a riportare quanto emerso dalle fonti del Guardian, non sapendo se quanto dichiarato corrisponda al vero, in mancanza di commenti del regista o del suo staff.

Tra un set difficile e la ricerca faticosa di un distributore, cresce l’attesa per il debutto di Megalopolis, in concorso alla 77ª edizione del Festival di Cannes.



.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%