I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Tecnologia

Google Gemini vivr dentro ad Android e far magie

today15 Maggio 2024 26

Sfondo
share close


Il keynote del Google I/O di questa sera ha confermato che l’AI di Gemini è al cuore di tutti i progetti del colosso di Mountain View. E Android, ovviamente, non fa eccezione. Google ha infatti integrato l’intelligenza artificiale nelle fondamenta della prossima versione del robottino verde, aprendo così la strada a soluzioni fino ad oggi inesplorate, come Gemini Live, che non sarebbero attuabili senza un’implementazione in profondità nel sistema operativo.



Google svela Gemini 1.5 Flash e migliora 1.5 Pro: AI pi





Tecnologia
14 Mag




Google presenta Gemini Live: conversazioni naturali con l'AI su smartphone





Tecnologia
14 Mag


IN ARRIVO ASK THIS VIDEO E ASK THIS PDF: COSA SONO

E così, quando sarà rilasciato come parte integrante di Android 15, sarà possibile richiamare Gemini in overlay mentre si utilizzano le diverse app del proprio smartphone per accedere ad azioni contestuali, come ad esempio trascinare rapidamente immagini generate dall’AI in Gmail o Google Messaggi, o cercare informazioni all’interno di un video YouTube senza guardarlo grazie ad “Ask this video“, o ancora (e però solo con Gemini Advanced) fare la stessa cosa ma su un documento PDF con “Ask this PDF“. Queste novità, assicura Google, arriveranno già nei prossimi mesi su milioni di dispositivi

GEMINI NANO SVENTA LE TRUFFE CON UNA NOTIFICA

C’è anche un’altra funzionalità decisamente interessante che è attualmente in fase di test, e che impiega Gemini Nano per fornire notifiche in tempo reale durante una chiamata laddove vengano rilevati modelli di conversazione comunemente associati alle truffe, come ad esempio la richiesta di informazioni riservate come PIN o password. Si tratta di una feature che sembra una naturale espansione della “Call Screen” esclusiva dei Pixel, capace di rispondere al posto dell’utente alle chiamate trascrivendo a schermo il contenuto della conversazione.

Questi meccanismi di protezione, precisa Google, funzioneranno in locale, direttamente sul dispositivo, e quindi le conversazioni resteranno private. Ulteriori informazioni su questa funzione arriveranno entro la fine dell’anno.


Tirando le somme, è chiaro che siamo solo all’inizio di un percorso lungo, e che la direzione per il futuro è tracciata: dal momento in cui Gemini, tramite l’AI on-device, avrà accesso alle app e alle informazioni degli smartphone allora si sbloccherà un grande potenziale, e probabilmente col tempo sarà possibile cominciare a vedere realizzate in maniera concreta quelle promesse non mantenute dai recenti e fallimentari Humane AI Pin e Rabbit r1, come lasciare che sia l’intelligenza artificiale ad ordinare la cena, a prenotare un ristorante, chiamare un Uber e chissà quante altre cose ancora.



.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%