I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Spettacoli

‘The Quiet Maid’ vince il Riviera International Film Festival

today12 Maggio 2024 14

Sfondo
share close


di Ansa
  

'The Quiet Maid' vince il Riviera International Film Festival


(ANSA) – SESTRI LEVANTE, 12 MAG – Il film vincitore del
Riviera International Film Festival 2024 è lo spagnolo ‘The
Quiet Maid’ di Miguel Faus: la storia di una cameriera
colombiana, interpretata da Paula Grimaldo, e del suo lavoro
instancabile in una lussuosa villa sulla Costa Brava dove una
ricca famiglia di mercanti d’arte trascorre le vacanze, che vede
la protagonista sforzarsi di rimanere obbediente e discreta
confidando nelle false promesse di condizioni di lavoro più
dignitose.
La giuria del festival internazionale organizzato a Sestri
Levante (Genova) ha inoltre premiato la norvegese Thea
Hvistendal come miglior regista per l’horror ‘Handling the
Undead’ e l’italiano ‘Io e il secco’, di Gianluca Santoni, per
la sceneggiatura.

Allo stesso film va anche il premio del
pubblico, mentre i migliori attori sono la ceca Eliška Křenková
del thriller ‘We have never been normal’, al cui regista Matěj
Chlupáček va anche il premio speciale assegnato per la prima
volta quest’anno da The Hollywood Reporter Roma, e l’inglese
Jamie Flatters di Black Dog che, a sua volta, si aggiudica il
Baia del Silenzio Award. Ad aggiudicarsi il concorso documentari
è l’australiano ‘The Giants’ di Rachel Antony e Laurence
Billiet, un viaggio alla scoperta del ciclo di vita degli alberi
giganti del paese di Down Under attraverso una cinematografia
immersiva e incredibili paesaggi naturali. Allo statunitense
Grasshopper Republic, di Daniel McCabe, va invece lo Sky
Documentary Award.
Novità di questa ottava edizione del Riff era poi il contest
dedicato ai cortometraggi, vinto da ‘The Fuse’ di Kevin
Haefelin, la vicenda di un netturbino logoro in lotta per
guadagnarsi da vivere nell’arena di cemento del Bronx.
“Con una giuria internazionale di altissimo livello
presieduta dal regista Andrew Dominik e con la presenza di Susan
Sarandon, il nostro evento è stato oggetto di attenzione dei
media nazionali e internazionali – rimarca il presidente e
fondatore del Riff Stefano Gallini Durante -, dimostrando una
credibilità acquisita in pochissimi anni che sarà il motore
dello sviluppo futuro. I giovani filmmaker sono le nostre star e
abbiamo avuto un numero altissimo di proiezioni ed eventi sold
out che fanno ben sperare per le prossime edizioni”. (ANSA).
.

di Ansa
  





.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%