I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Tecnologia

Ferrari 12Cilindri, motore V12 aspirato da 830 CV. Anche Spider

today3 Maggio 2024 2

Sfondo
share close


Il motore V12 è molto importante per la storia di Ferrari, un propulsore che in ogni sua versione nel corso del tempo ha sempre emozionato gli appassionati del Cavallino Rampante. Per questo, per l’erede della 812 Superfast è stato deciso di dare il nome di “Ferrari 12Cilindri”.

La nuova sportiva si ispira alle Gran Turismo Ferrari degli anni ’50 e ’60 e sarà disponibile anche in versione Spider. Le prime consegne della 12Cilindri sono attese nel quarto trimestre del 2024. Il prezzo? 395 mila euro. La 12Cilindri Spider arriverà nelle mani dei clienti poco dopo, nel primo trimestre del 2025. Prezzo di 435 mila euro.

MOTORE V12

Il cuore pulsante della Ferrari 12Cilindri è l’ultima evoluzione del V12 di 6,5 litri di cilindrata di Maranello. L’unità è in grado di erogare 830 CV a 9.250 giri al minuto con una coppia di 678 Nm a 7.250 giri al minuto. La zona rossa inizia a 9.500 giri al minuto. Il motore è abbinato ad un cambio a doppia frizione (DCT) e otto rapporti che troviamo su altri modelli della gamma Ferrari, a partire dalla SF90 Stradale.

Il propulsore è stato oggetto di evoluzioni in parte adottate nella serie speciale 812 Competizione. Per esempio, per poter raggiungere gli alti regimi di rotazione è stato necessario ridurre peso e inerzia dei componenti: le bielle sono in titanio, materiale che garantisce un risparmio di massa del 40% rispetto all’acciaio a pari resistenza meccanica. Ferrari ha poi scelto una lega di alluminio per i pistoni che ha permesso di ridurre il peso del componente rispetto alle precedenti applicazioni.

Molti degli interventi sono stati finalizzati all’ottimizzazione dell’erogazione della coppia. Racconta Ferrari:

Il layout di collettore e polmone è stato reso più compatto: l’accorciamento dei condotti e l’ottimizzazione dei profili camme consentono infatti di esprimere potenza agli alti regimi. Il riempimento della curva di coppia è garantito da un sistema di trombette a geometria variabile che modifica in modo continuo la lunghezza dell’insieme condotto-trombetta, adattandola alle pulsazioni del motore per massimizzare il riempimento dinamico del cilindro.

L’80% della coppia è già disponibile a 2.500 giri/min. Il motore della nuova Ferrari12Cilindri può contare anche su di una strategia software in grado di modificare la coppia massima disponibile in funzione della marcia inserita. Il sound è fondamentale per garantire quelle emozioni che è solita trasmettere una Ferrari. A questo scopo sono stati ottimizzati tutti gli elementi della linea di aspirazione e di scarico.

Il nuovo impianto di scarico, sviluppato per omologare la vettura alle normative sulle emissioni più recenti quali EU6E, China6B e BIN50, introduce un catalizzatore ceramico affiancato al filtro antiparticolato. Si tratta della tecnologia più avanzata disponibile per l’abbattimento delle emissioni, che ha reso necessaria una lunga attività di calibrazione delle strategie software.

AERODINAMICA

Nuova Ferrari 12Cilindri è stata disegnata da Flavio Manzoni e i designer del Centro Stile Ferrari. Per questo modello, fa sapere Maranello, è stata scelta stata una radicale trasformazione dei codici stilistici delle precedenti V12 Ferrari a motore centrale-anteriore.

Parlando degli interni, lo stile trae ispirazione da un’architettura di tipo dual cockpit. Ferrari 12Cilindri è dotata di una cabina dalla struttura quasi simmetrica, composta da due moduli che accolgono pilota e passeggero. La parte superiore della plancia ospita due cruscotti distinti, dedicati alla strumentazione di bordo di pilota e passeggero.

Il display centrale touch da 10,25 pollici permette il controllo di tutte le funzionalità principali sia da parte del pilota sia del passeggero; ad esso è accoppiato il display guidatore da 15,6 pollici che racchiude le informazioni di guida e di dinamica del veicolo. Infine, il passeggero può contare su di un display da 8,8 pollici. La vettura adotta il volante capacitivo presente su tutti i modelli di gamma più recenti. Il sistema infotainment può contare sui supporti ad Apple CarPlay e ad Android Auto.

Ovviamente, tanta attenzione è stata posta allo sviluppo dell’aerodinamica. L’obiettivo dei design e degli aerodinamici era quello di realizzare una vettura sobria, elegante e sportiva senza ricercare compromessi relativi alle prestazioni. Per esempio, al posto del classico spoiler posteriore si è scelto di utilizzare due appendici attive che possono assumere due configurazioni: Low Drag (LD) e High Downforce (HD). Ferrari spiega così il funzionamento di questo sistema:

In posizione LD gli elementi mobili sono allineati alla scocca in modo che l’aria scorra sopra gli stessi, rendendoli invisibili al flusso. Tale configurazione si mantiene fino ai 60 km/h, quando il contributo del carico verticale è di modesta rilevanza per la performance, come pure al di sopra dei 300 km/h. Nel restante intervallo di velocità, in cui il carico verticale ricopre un ruolo centrale, gli spoiler si trovano naturalmente in posizione LD e la loro movimentazione dipende dalle accelerazioni longitudinali e trasversali della vettura. In configurazione HD la Ferrari 12Cilindri genera il massimo carico verticale e raggiunge il perfetto bilanciamento aerodinamico.

Il fondo aerodinamico punta a massimizzare la generazione di carico verticale efficiente, anche gestendo il flusso d’aria in uscita dai radiatori centrali. Come sulla 812 Competizione, la generazione di carico verticale sul fondo anteriore è affidata a una triplice coppia di generatori di vortici ottimizzati in galleria del vento. Il fondo anteriore contribuisce al raffreddamento dell’impianto frenante. Il fondo centrale è stato progettato al fine di indirizzare correttamente i flussi d’aria, preservando l’energia disponibile fino al diffusore posteriore. Il fondo posteriore è dotato di una coppia di generatori di vortice, utilizzati per generare carico efficiente nonché per indirizzare i flussi verso l’estrattore.

DINAMICA

Ovviamente, Ferrari ha lavorato molto su telaio in alluminio e sull’assetto per rendere la nuova 12Cilindri velocissima in ogni condizione. L’introduzione del sistema brake-by-wire permette di adottare soluzioni come l’ABS Evo presentato sulla 296 GTB o il sensore 6D che garantisce la massima precisione ai sistemi di Passo Corto Virtuale (PCV) 3.0 e Side Slip Control (SSC) 8.0 oltre a ridotti spazi di arresto e maggiore ripetibilità dell’azione di frenata. L’Aspirated Torque Shaping, nuova logica Ferrari, consente poi di enfatizzare al massimo la linearità dell’erogazione del V12 aspirato tramite controllo elettronico.

Nuova Ferrari 12Cilindri può contare anche su di un sistema a quattro ruote sterzanti indipendenti (4WS) introdotto sulla serie speciale 812 Competizione, che regola il movimento di ciascuna delle ruote in modo indipendente rispetto alle altre per migliorare la gestione dell’imbardata in curva e la reattività nel cambio di direzione. La vettura dispone di una distribuzione dei pesi (1.560 kg) del 48,4 % all’anteriore e del 51,6% al posteriore oltre che di un passo più corto di 20 mm rispetto a quello della 812 Superfast.

La vettura è equipaggiabile con gli pneumatici Michelin Pilot Sport S5 e Goodyear Eagle F1 Supersport, entrambi sviluppati in una misura nuova per la Casa di Maranello: 275/35ZR21 per l’anteriore e 315/35ZR21 al posteriore.

VERSIONE SPIDER

Come accennato all’inizio, nuova Ferrari 12Cilindri è proposta pure nella versione Spider che pesa solamente 60 kg in più nonostante le modifiche tecniche pensate espressamente per questa vettura.

Per esempio, la scocca presenta collegamenti di rinforzo in alluminio tra il roll-bar dietro gli occupanti e il montante B, soluzione che garantisce un notevole risparmio di peso e un conseguente abbassamento del baricentro.

Il tetto rigido retrattile impiega 14 secondi per completare l’operazione di apertura o di chiusura fino ad una velocità di 45 km/h. A completare la zona della capote c’è il lunotto posteriore in vetro, regolabile elettricamente in altezza: questo elemento offre agli occupanti un comfort ottimale in abitacolo nell’utilizzo en plein air, permettendo di sostenere normalmente una conversazione fino a oltre 200 km/h.

SCHEDA TECNICA

MOTOPROPULSORE

  • Tipo V12 – 65° – Carter Secco
  • Cilindrata totale 6496 cm3
  • Alesaggio e corsa 94 mm x 78 mm
  • Potenza massima 830 cv a 9250 giri/min.
  • Coppia massima 678 Nm a 7250 giri/min.
  • Regime massimo 9500 giri/min.
  • Rapporto di compressione 13,5:1
  • Potenza specifica 128 cv/l

DIMENSIONI E PESI

  • Lunghezza 4733 mm
  • Larghezza 2176 mm
  • Altezza 1292 mm
  • Passo 2700 mm
  • Carreggiata anteriore 1686 mm
  • Carreggiata posteriore 1645 mm
  • Peso a secco 1560 kg / 1.620 la Spider
  • Rapporto peso a secco/potenza 1,88 kg/cv / 1,95 kg/cv la Spider
  • Distribuzione dei pesi 48,4% ant. / 51,6% post – 47,8% ant. / 52,2% la Spider
  • Capacità serbatoio 92 litri
  • Capacità baule 270 litri / 200 litri la Spider

PNEUMATICI E CERCHI

  • Anteriore 275/35 R21 J10.0
  • Posteriore 315/35 R21 J11.5

FRENI

  • Anteriore 398 x 223 x 38 mm
  • Posteriore 360 x 233 x 32 mm

TRASMISSIONE E CAMBIO

  • Cambio F1 a doppia frizione e 8 rapporti

CONTROLLI ELETTRONICI

  • SSC 8.0: TC, eDiff, SCM, PCV 3.0, FDE 2.0, EPS, ABS-Evo in tutte le posizioni del Manettino, sensore 6D ABS/ABD prestazionale

PRESTAZIONI

  • Velocità massima > 340 km/h
  • 0-100 km/h 2,9 s / 2,95 s la Spider
  • 0-200 km/h <7,9 s / 8,2 s la Spider
  • 100-0 km/h 31,4 m
  • 200-0 km/h 122,0 m



.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%