I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Cinema

Rambo, la vera storia che ha ispirato il personaggio cult di Sylvester Stallone

today28 Aprile 2024 13

Sfondo
share close


Il primo Rambo, tratto dal romanzo First Blood di David Morrell, raccontava la storia di un veterano del Vietnam, che, tornato dal conflitto si trovava ad affrontare i propri problemi psicologici e la difficoltà di tornare a vivere nella società civile traendo ispirazione dalle vicende di un ex soldato americano nella seconda guerra mondiale.


Dopo aver riportato dell’addio di Sylvester Stallone a Rambo, torniamo ad occuparci di uno dei personaggi più iconici della storia del cinema per condividerne le origini e raccontare la vera storia che ha generato l’idea dell’ex soldato.


In effetti, il libro di Morrell è ancora più cruento e brutale rispetto alla trasposizione cinematografica di Ted Kotcheff, volendo raccontare in chiave più moderna la storia di Audie Murphy e del suo difficile reinserimento nella società dopo il ritorno dalla guerra contro il nazismo.

Murphy, che aveva partecipato in giovanissima età a moltissime campagne della grande guerra e che aveva ricevuto diverse onorificenze per il suo contributo militare, dovette infatti fare i conti, al ritorno in patria, con una terribile forma di disturbo da stress post-traumatico che lo portava a dormire con la pistola al suo fianco e che lo costrinse a lunghi periodi in cui la depressione e l’incapacità di comunicare e farsi capire ebbero la meglio portandolo anche a sbalzi improvvisi di violenza.

Come per un incredibile lieto fine, però, Murphy riuscì a combattere la propria situazione e ad esorcizzarla scrivendo un libro di memorie e, dopo aver interpretato una versione di se stesso in un adattamento cinematografico, seppe rinascere in una seconda vita come attore.

Quando Morrell, deciso a raccontare la difficoltà dei reduci del Vietnam ad esprimere le proprie emozioni e a contestualizzare e razionalizzare la violenza della guerra, cominciò a scrivere First Blood, si lasciò ispirare dalla storia di Murphy, uno dei suoi attori preferiti.


Nonostante l’inevitabile scorrere del tempo e i cambiamenti relativi agli scenari di guerra il tema del supporto psicologico da fornire ai veterani resta di centrale importanza per chi si occupa delle conseguenze a lungo termine dei conflitti, e rappresenta uno dei motivi per cui Rambo continua a essere una pietra miliare del cinema, da recuperare anche a decenni dal debutto nelle sale.

A proposito di cambiamenti e anni che passano, vi lasciamo alla nostra recensione di Rambo: Last Blood.



.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%