I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Spettacoli

Lovers Film Festival, vince l’avanzare degli anni di Les Tortues

today21 Aprile 2024 20

Sfondo
share close


di Ansa
  

Lovers Film Festival, vince l'avanzare degli anni di Les Tortues


(ANSA) – TORINO, 21 APR – “Les tortues/Turtles” di David
Lambert è il lungometraggio che ha vinto la 39/a edizione del
Lovers Film Festival di Torino, il più antico festival sui temi
Lgbtqi+ d’Europa e terzo nel mondo, con direttrice Vladimir
Luxuria, realizzato dal Museo nazionale del cinema di Torino,
col contributo del Mic, della Regione Piemonte e del Comune di
Torino.
“Sorretto da una scrittura serrata e da un ritmo incalzante,
è un film – ha decretato la giuria presieduta da Roberta Torre –
che ci conduce all’interno di una relazione e dei suoi
struggenti addii. Un film che dà voce a una generazione
difficilmente rappresentata nell’immaginario cinematografico e
che ancora oggi conserva la preziosa memoria della storia
Lgbtqi+, ma al contempo allarga la visuale a un sentimento
d’amore universale: il matrimonio e il divorzio come diritti che
appartengono a tutte e a tutti.

Il racconto della sessualità e i
mutamenti del corpo con l’avanzare degli anni ci conducono alla
scoperta di nuove dimensioni della vita”.
Una menzione speciale è andata a “Úsvit /We have never been
modern” di Matej Chlupacek, “per la rappresentazione
dell’intersessualità messa in scena con una cinematografia
formalmente impressionante, che riesce a calare nel lontano 1937
una tematica particolarmente attuale”. La pellicola ha vinto
anche il premio Giò Stajano.
Tra i documentari la scelta è andata su “M is for mothers” di
Lívia Perez, “per la sua capacità di partire dal contesto
quotidiano di un percorso verso la genitorialità per esplorare
tematiche più profonde e sfaccettate”, tra i cortometraggi “Tu
tijera en mi oreja” di Carlos Ruano, “per la capacità di giocare
con gli stereotipi e di ribaltarli” e una menzione speciale è
stata assegnata a “Una notte” di Alessio Vasarin. La giuria
Young Lovers – premio Matthew Shepard ha scelto “Duino” di Juan
Pablo Di Pace e Andrés Pepe Estrada e il premio Torino Pride è
andato a “The Judgment” di Marwan Mokbel. Il pubblico ha
premiato tra i lungometraggi “Duino”, tra i documentari “Ce qui
nous lie / The bond between us” di Sonam Larcin e tra i
cortometraggi “It Bruns” di Kate Maveau. (ANSA).
.

di Ansa
  





.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%