I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Spettacoli

La Canzone della Terra in sala ad aprile per l’Earth Day

today12 Marzo 2024 2

Sfondo
share close


di Ansa
  

La Canzone della Terra in sala ad aprile per l'Earth Day


(ANSA) – ROMA, 12 MAR – La canzone della Terra (Songs of
Earth), il documentario di Margreth Olin e prodotto da Liv
Ullmann e Wim Wenders, candidato della Norvegia agli Oscar per
il miglior film internazionale (rimasto fuori dalla cinquina),
arriverà nelle sale distribuito da Wanted, con un’uscita evento
il 15, 16 e 17 aprile, mese in cui si festeggia la Giornata
Mondiale della Terra (22 aprile).
Il film non fiction, che esce in collaborazione con Earth Day
Italia e con il patrocinio del Cai, è una meditazione sul
rapporto dell’uomo con la natura e sul legame tra genitori e
figli.

Margreth Olin, regista e interprete principale, ritorna
nella valle di Oldedalen nella parte occidentale del Norvegia.
Il suo obiettivo è trascorrere un po’ di tempo con suo padre, 84
anni, mentre la figura della madre rimane più sullo sfondo.
Seguendo le orme dei genitori e la loro storia d’amore e di vita
la regista spende un anno intero, trovando nella scansione
stagionale la struttura per il suo documentario. Il padre guida
il suo sguardo tra le vallate norvegesi, dove i ghiacciai si
stanno ritirando e sono più evidenti gli effetti del cambiamento
climatico.
“Concludiamo il film con un appello di speranza” commenta la
regista. “Il momento in cui mio padre pianta un nuovo seme
accanto all’albero che suo nonno depose 130 anni prima. Le
storie di mio padre stringono e ripristinano il legame forte con
la natura”. Il corpo “e la mente di mio padre cambiano, questo
potrebbe essere l’ultimo anno in cui potrà condividere con noi
la sua supplica. All’improvviso tutto sembra urgente. La sua
generazione è davvero l’ultima ad avere la consapevolezza di
come ci stiamo prendendo cura della natura? La soluzione
potrebbe essere semplicemente ripristinare la connessione con
noi stessi? Se vogliamo che la nostra specie sopravviva,
dobbiamo restare in ascolto del canto della terra”. (ANSA).
.

di Ansa
  





.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%