I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Cinema

Il Diario di Bridget Jones, le 5 scene più divertenti dell’ iconica commedia romantica

today5 Marzo 2024 37

Sfondo
share close



Il Diario di Bridget Jones continua ad essere più attuale che mai: a ormai quasi più di 20 anni dal suo debutto, il film ispirato all’omonimo romanzo di Helen Fielding torna in tv questa sera sul canale 27Twentyseven.

Negli anni il pubblico ha dimostrato di non averne mai abbastanza della single per eccellenza: Bridget Jones, 32enne inglese in perenne lotta con la bilancia, si districa tra delusioni sentimentali e pasticci professionali, mantenendo il suo humor tipicamente inglese. Ma quali sono le scene più iconiche della commedia romantica? Ecco la classifica delle prime 5:

5. L’annuale buffet di Natale in casa Jones

Come ogni Natale, la nostra Bridget si ritrova incastrata nell’annuale buffet freddo a base di tacchino al curry presso casa Jones. L’evento mondano, rigorosamente organizzato da sua madre, ha lo scopo di cercare di appiopparle ciclicamente lo ‘scapolo d’oro’ di turno, che solitamente si rivela come il noiosone di mezza età con i capelli a cespuglio. Stranamente questa volta, si ritrova davanti l’affascinante Mark Darcy (Colin Firth) un avvocato e paladino dei diritti civili. Dopo una breve ed imbarazzante conversazione in cui la nostra Jones da il ‘meglio’ di sé, Darcy si allontana visibilmente contrariato dicendo a sua madre: “Non ho bisogno di un appuntamento al buio, e soprattutto non aspiro a una zitella con incontinenza verbale che fuma come un camino, beve come un pesce e si veste come sua madre”. Parole che sfortunatamente vengono udite da Bridget. A proposito di fumo, sapevate che Renée Zellweger fumò sigarette alle erbe per il film?

4. Il signor Fissatette

Durante una serata di gala organizzata dal suo ufficio, la nostra Bridget deve tenere un piccolo discorso: l’evento in questione è la presentazione del libro La moto di Kafka e Bridget non deve far altro che introdurre l’autore e il suo romanzo. Peccato si tratti proprio di lui, il signor Fitzherbert meglio conosciuto in ufficio come ‘il signor fissatette’. Una gaffe tira l’altra e Jones si ritrova non solo ad offendere praticamente mezza platea di scrittori presenti, ma anche di presentare lo scrittore col suo colorito soprannome: “ed è qui per presentarvelo, con tutti gli onori, l’uomo che noi tutti chiamiamo… “Fissatette”… il signor… “Fissatette”… il signor… “Fissatette”… il signor Fitzherbert, perché è così che si chiama”. A mettere la ciliegina sulla torta è lo stesso autore che, salendo sul palco, si avvicina a Jones accendendole il microfono.

3. Festa ‘Preti e Lucciole’

Dopo aver passato un romantico weekend in compagnia di Daniel Cleaver, Bridget rientra in casa Jones per partecipare alla tradizionale festa Preti e Lucciole, ovviamente organizzata da sua madre. Per l’occasione, la nostra single per eccellenza decide di sfoggiare un succinto costume da coniglietto, con tanto di orecchie e coda a pom pom. Peccato che ‘zio’ Geoffrey si sia ‘dimenticato’ di avvisare Bridget che il dress code fosse cambiato. Dopo essere stata palpeggiata dallo ‘zio’ ed essersi ridicolizzata, ancora una volta, agli occhi di Mike Darcy, Jones si ritira in un angolo del giardino a parlare col padre (l’unico altro invitato ad essere vestito per l’occasione come lei).

2. Il licenziamento di Bridget

Dopo aver scoperto il tradimento di Daniel Cleaver, Bridget decide di licenziarsi e lo fa in un modo che è entrato negli annali non solo dei licenziamenti, ma anche delle rivincite. Questa è la scena: lui cerca di convincerla a restare, presentando ridicole minacce. All’episodio assiste anche la sua collega Perpetua che esclama: “Questa non me la voglio perdere, perché se Jones cede anche solo di un millimetro, la caccio io a calci nel sedere per mancanza di spina dorsale”. La nostra Jones ne ha da vedere di spina dorsale e, infatti, questo è quello che dice prima di uscire trionfante: “ Se restare qui significa trovarmi a dieci mentre da te, francamente preferirei andare a pulire il c*** a Saddam Hussein”.

1. All By Myself

L’iconica scena d’apertura in cui tutti ci siamo immedesimati almeno una volta nella vita: la nostra Jones, ormai alticcia, canta a squarciagola sulle note di All By Myself di Jamie O’Neal. Resasi conto di aver toccato il punto più basso della sua intera esistenza, è qui che decide di dare un punto di svolta alla sua vita per evitare di ritrovarsi nel nuovo anno mezza ubriaca ad ascoltare FM Nostalgia, le canzoni più belle per gli ultra trentenni. Obiettivi? Perdere 10 kg e cercare di evitare a tutti i costi attrazioni per alcolizzati, maniaci del lavoro, fobici dei rapporti seri, guardoni, megalomani, impotenti sentimentali o pervertiti.

Queste sono solo alcune delle scene più iconiche de Il Diario di Bridget Jones e se non bastasse a consolarvi, è stato appena annunciato che ci sarà un nuovo capitolo: Bridget Jones 4 è ufficiale!



.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%