I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Gaming

Super Nintendo: sviluppa un gioco in 600 ore, produce 100 cartucce per 2200 euro e le regala tutte

today11 Febbraio 2024 16

Sfondo
share close



Dottie Flowers è un nuovo gioco per Super Nintendo sviluppato da Goldlocke. L’autore ha impiegato circa 600 ore per realizzarlo. Quindi ha prodotto 100 cartucce e le ha regalate tutte organizzando un concorso. Per chi se lo stesse chiedendo, si tratta di un platform action con grafica molto carina e alcune meccaniche ispirate a classici quali i Turrican.

Perché lo ha fatto? A spiegarlo è stato Goldlocke stesso sulla pagina itch.io del gioco: “Ho investito circa 600 ore del mio tempo libero dell’ultimo anno in questo gioco, soprattutto la sera dopo aver lavorato. Ho speso circa 2200€ per produrre cento copie fisiche dello stesso. Potrà sembrarvi ridicolo, ma per me il risultato finale è valso ogni centesimo speso.” Quindi, perché regalarlo considerando il tempo e i soldi spesi? “Siccome il gioco contiene diversi riferimenti a proprietà intellettuali sotto copyright, mi considero fortunato a non aver ricevuto una diffida o peggio. C’è poco da aggiungere. Non ho voluto sfidare di più la fortuna, quindi monetizzare in qualsiasi modo con il gioco è completamente fuori questione.”

Niente rom ufficiale

Goldlocke non ha voluto nemmeno pubblicare la ROM del gioco online, per renderlo fruibile tramite emulazione, nonostante lo avesse fatto con i suoi titoli precedenti. Il motivo è che qualcuno le scaricò per produrre cartucce bootleg in Cina, in Brasile e in altre nazioni, messe poi in vendita senza la sua autorizzazione.

Normalmente Goldlocke non ha niente contro i bootleg, ma in questo caso teme che attirino l’attenzione dei succitati detentori dei diritti d’autore. Quindi ha preferito evitare.

Interessante anche l’approccio avuto con il concorso, svoltosi via posta ordinaria. Goldlocke da questo punto di vista è stato contento di aver ricevuto moltissimi messaggi e cartoline spediti dai giocatori che hanno provato la demo di Dottie Flowers.

Insomma, una bella storia proveniente dalla scena indipendente. Se vi interessa il gioco, lo trovate qui.





.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%