I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Tecnologia

Recensione Tineco S7 Steam, pulisce con il vapore e senza fili!

today22 Dicembre 2023 8

Sfondo
share close


Tineco S7 Steam è il prodotto che ha rivoluzionato il mio modo di pulire casa. So che può sembrare un’affermazione esagerata ma vi assicuro che è così. Da quando ho questa lavapavimenti a casa quella che era un operazione che solitamente effettuavo un paio di volte a settimana è diventata un’abitudine quotidiana. La semplicità di utilizzo e la facilità con cui la si può pulire sono le caratteristiche che ho apprezzato di più e che l’hanno fatta diventare ormai quasi indispensabile tra le mura di casa mia. Quella che può essere considerata come la naturale evoluzione del modello S5 Steam porta con sé una serie di migliorie che la rendono in realtà un prodotto decisamente più comodo ed efficace. Una su tutte? Semplice, l’eliminazione del cavo di alimentazione. Ma non perdiamoci in altre considerazioni, vi racconto tutto qui sotto.

COME FATTA

Inizio con il raccontarvi quello che troviamo dentro alla confezione di vendita che, non è stracolma di accessori come quella degli aspirapolvere cordless, ma ha tutto quello che serve. A partire, ovviamente, dalla lavapavimenti stessa, che arriva divisa in due parti: il corpo macchina, con motore, spazzola e serbatoi, e il manico. Unire le due parti è davvero semplicissimo, basta infilare il manico nell’apposito alloggiamento fino al “clack” e il gioco è fatto.

Dentro la confezione troviamo anche la base per la ricarica in plastica nera, con gli alloggiamenti per posizionare un filtro di ricambio, una spazzola di ricambio e una spazzolina che serve per tenere pulito il condotto che trasporta l’acqua sporca dalla spazzola al serbatoio delle acque scure. Tutto questo è incluso in confezione e, onestamente, non serve altro. La dotazione, come vedremo, è infatti sufficiente per avere la nostra lavapavimenti sempre pronta all’uso.


A livello di design parliamo di un prodotto che non deve essere per forza di cose nascosto. Le linee arrotondate e sobrie le permettono di adattarsi bene a qualsiasi tipo di ambiente e di non sfigurare di fronte alle alternative sul mercato. Se proprio volessi muovere una critica direi che forse avrei pensato ad una versione in colorazione nera; avere questa possibilità di scelta per meglio abbinare la lavapavimenti alla cromia dell’arredamento non sarebbe stato male.

Parlando invece in termini di ergonomia, sono sicuro che molti di voi potrebbero spaventarsi di fronte ai 5Kg di peso indicati sulla scheda tecnica. In realtà si tratta di un dato che si fa sentire solo nel momento in cui dovete spostarla dalla base di ricarica per appoggiarla sul pavimento. Durante l’uso, infatti, parte del peso è scaricata sulle ruote e sulla spazzola, con la rotazione di quest’ultima che funge in parte da trazione e rende lo spostamento della lavapavimenti molto più semplice e comfortevole. Tradotto in termini pratici ci passo quotidianamente tutta la casa (circa 100 mq) e non ho mai avuto il braccio affaticato.

SETUP E UTILIZZO

Iniziare ad usare la Tineco S7 Steam è davvero semplicissimo. Una volta caricata sull’apposita base è sufficiente riempire il serbatoio dell’acqua pulita, che si trova sul retro e si rimuove in un istante, per essere pronti a partire con il lavaggio. Quest’ultimo contiene poco meno di un litro di acqua e può essere riempito tranquillamente con l’acqua del rubinetto di casa. Non serve utilizzare detergenti o altri additivi perchè la S7 Steam sfrutta il vapore per la pulizia più profonda, permettendovi di evitare l’utilizzo di sostanze chimiche.

Una vola riempito il serbatoio i tasti utili per comandare la lavapavimenti sono sostanzialmente due e sono entrambi posizionati sul manico. Il primo è quello per l’accensione che, come facilmente intuibile, serve per accendere e spegnere la lavapavimenti. Il secondo, invece, un pochino più in basso è quello che permette di passare da una modalità d’uso all’altra. Queste ultime sono tre e ora vi dico esattamente cosa cambia tra loro e quale è più adatta a seconda delle situazioni.

Appena acceso siamo in modalità automatica. Con questa impostazione la lavapavimenti non utilizza il vapore e la pulizia è affidata al solo rullo bagnato e all’aspirazione. La velocità di rotazione del rullo e la potenza di aspirazione sono regolati automaticamente in base al quantitativo di sporco rilevato dal sensore iLoop. Parliamo della modalità che vi troverete ad utilizzare più di frequente, soprattutto se riuscite a passare la S7 Steam molto di frequente. In assenza di incrostazioni o di sporco particolarmente ostinato, infatti, anche questa modalità automatica è assolutamente efficace e vi permette di mantenere pulito il pavimento di casa garantendo il massimo dell’autonomia. Si riescono a raggiungere i 35 minuti di utilizzo, che sono più che sufficienti per pulire un appartamento anche di grandi dimensioni. Se, come detto, riuscite a passare con questa modalità tutti i giorni potete anche dimenticarvi l’aspirapolvere. In caso contrario, specialmente se come me avete degli animali domestici, conviene sempre combinare una passata di aspirapolvere e il successivo lavaggio.


La seconda modalità d’uso è quella che attiva la fuoriuscita del vapore. In questo caso l’acqua all’interno del serbatoio viene scaldata fino a poco più di 100 gradi per creare il vapore necessario a pulire il pavimento ma, soprattutto, a igienizzarlo. Utilizzando questa modalità, infatti, potrete avere il massimo della pulizia senza utilizzare alcun tipo di detergente. Se incontrate dello sporco particolarmente ostinato e non dovesse essere sufficiente un singolo passaggio, vi basterà passare una seconda volta a velocità ridotta e vedrete che raggiungerete il risultato sperato. Quanto è efficace? Beh, vi posso dire di aver provato a rimuovere macchie di sugo, caffè, bibite zuccherate, briciole, terriccio portato dalle zampe dei cani e secco, sempre con risultati ottimali e che forse non mi sarei nemmeno aspettato. Ovviamente utilizzando la S7 Steam con il vapore sempre attivo l’autonomia cala, siamo intorno ai 20-25 minuti di utilizzo, che sono stati comunque sufficienti per coprire tutti i circa 100 mq del mio appartamento.

E infine abbiamo la modalità vapore turbo, quella dedicata allo sporco più ostinato, a quelle macchie di cui non conoscete l’origine e che non riescono ad essere rimosse nemmeno dal vapore normale. In questa modalità la S7 Steam concentra il getto di vapore nella parte centrale della spazzole, con la temperatura dello stesso che arriva a raggiungere i 140 gradi. Vi assicuro che con questa modalità si riesce a sciogliere qualsiasi tipo di incrostazione e garantire il massimo della pulizia e dell’igienizzazione.

Il processo di riscaldamento dell’acqua dura circa 30-40 secondi per la modalità a vapore standard e qualche secondo in più per quella vapore turbo. Una volta raggiunta la temperatura il getto è costante e uniforme per tutta la durata delle vostre operazioni di pulizia.


Oltre a queste modalità di utilizzo ce ne è una quarta che è però attivabile solo tramite l’applicazione. Si tratta della modalità solo aspirazione che, come ci suggerisce il nome, non utilizza acqua. In questa modalità S7 Steam viene utilizzata praticamente come un classico aspirapolvere ma con una potenza di aspirazione leggermente inferiore rispetto ai prodotti pensati appositamente per questa funzione, ma superiore alle modalità combinate. A dirla tutta è una modalità che userete molto poco già solo per la scomodità di doverla attivare tramite app.

Tra le caratteristiche che vi voglio segnalare legate a praticità e comodità d’uso c’è sicuramente il fascio di luce prodotto dai LED posizionati frontalmente. L’illuminazione è uniforme e molto potente, permettendoci di individuare lo sporco in maniera decisamente efficace. Oltre a questo ho molto apprezzato il fatto che la spazzola lasci davvero poco spazio vuoto lateralmente, permettendoci di pulire fino a circa mezzo centimetro dai battiscopa o dai mobili. Frontalmente questo spazio vuoto è decisamente superiore, 3-4 centimetri, motivo per cui vi consiglio di passare i bordi parallelamente ai muri o ai mobili.

PULIZIA E MANUTENZIONE

Oltre all’efficacia nella pulizia però, la caratteristica che ho maggiormente apprezzato di questo Tineco S7 Steam è il suo sistema di auto-pulizia e la semplicità di smontaggio, che vi permette di pulirlo di frequente in maniera più profonda comodamente. Una volta terminate le operazioni di pulizia del pavimento della vostra casa potete infatti appoggiare la lavapavimenti sulla base di ricarica e avviare la pulizia automatica. Un processo che sfrutta la forza centrifuga della rotazione della spazzola, il vapore e l’aria aspirata per lavare e asciugare il rullo in un paio di minuti. Avviene tutto in maniera automatica ed è davvero comodissimo. Al termine di questa operazione vi consigliamo poi di svuotare il serbatoio dell’acqua sporca per evitare il generarsi di odori sgradevoli.

Ma come vi ho già detto, la facilità con cui possiamo smontare la spazzola vi permette di pulire e asciugare in maniera più accurata i componenti con il minimo sforzo. Anzitutto dovete rimuovere il coperchio che protegge la spazzola premendo le due leve a molla che troviamo nella parte superiore dello stesso. Rimosso il coperchio è la volta della spazzola, sollevate il gancio sulla destra e tirate verso l’esterno; in un istante avrete tolto anche questa e potrete asciugare il vano con un pannetto o un pezzo di carta da cucina.


A questo punto rimuovete anche il serbatoio dell’acqua sporca e con la spazzolina in dotazione pulite il condotto che porta l’acqua dalla spazzola al serbatoio stesso. Spostatevi al lavandino, svuotate il serbatoio e sciacquate abbondantemente il filtro e la spazzola sotto l’acqua corrente. Mettete ad asciugare e nel frattempo montate il filtro e la spazzola di scorta sulla lavapavimenti in modo da averla subito pronta per un nuovo utilizzo. Ve lo posso assicurare, è più veloce a farsi che a dirsi e dopo aver passato qualche tempo in compagnia del nuovo Dyson Submarine con questo S7 Steam mi è sembrato di essere completamente su un altro pianeta.

Se riuscirete a compiere questa operazione ogni due o tre utilizzi avrete una lavapavimenti sempre perfettamente pulita e in grado di svolgere il suo compito al meglio.

Per chiudere è giusto poi che vi parli anche della ricarica che, se vogliamo, è forse la caratteristica che meno mi ha convinto. Per completare un processo di ricarica da 0 a 100 occorrono infatti quasi 4 ore. Non è poco, ma in realtà se con una carica riuscite a passare tutta casa non è un dato che influenzerà il vostro utilizzo. Al contrario, se la S7 Steam dovesse scaricarsi a lavoro non finito, potrebbe essere essere un po’ scomodo dover aspettare così tanto tempo.

PREZZO E CONSIDERAZIONI

Bene, eccoci quindi al momento di tirare le somme e lo facciamo partendo dal prezzo. Tineco S7 Steam costa 699 euro ma è già stata diverse volte in offerta a 649; 50 euro in meno non sono male ma considerando l’andamento dei prezzi dei prodotti dello stesso marchio non è escluso che tra qualche mese si potrà trovare anche intorno ai 600 euro. Non è comunque un prezzo contenuto, anzi, ma la qualità è alta e fa assolutamente quello che promette.

Se non potete proprio spendere questa cifra ma volete una soluzione simile potete guardare, in alternativa, al modello S5 Steam, molto simile in termini di funzionalità ma dotato di cavo di alimentazione, e disponibile online intorno ai 450 euro. Ma a questo punto consiglierei questa Tineco S7 Steam? Assolutamente sì, specie se vi trovare in condizioni simili alla mia. Pochi prodotti mi hanno semplificato la vita come questa lavapavimenti, che mi permette di compiere tutti i giorni, in assoluta comodità, un’operazione che solitamente effettuavo un paio di volte a settimana.

PRO E CONTRO

VIDEO



.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%