I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Spettacoli

Paura, provocazioni e “profezia”: è “Il mondo dietro di te”

today14 Dicembre 2023 4

Sfondo
share close



La scena è questa. Sei su una spiaggia con la natura placida attorno, tu e la tua famiglia lontani dalla città, dagli stress e dai ritmi impossibili di tutti i giorni. Poi d’improvviso il tuo telefono perde la linea. Internet va giù. E poco dopo una petroliera comincia a puntare verso di te con i motori a tutta, forse andati in avaria. E’ solo l’inizio, poi dalla natura, dalle cose attorno, perfino dalla casa che hai preso in affitto cominceranno a moltiplicarsi segnali che qualcosa non va. Ed è un qualcosa sempre più inquietante a cui non sai dare nome. Il mondo dietro di te mette in scena tutte queste situazioni e lo fa in un modo che l’ha spedito al vertice degli streaming di Netflix e contemporaneamente sulla bocca di tutti. Non accadeva da una altro film fenomeno, distopico e beffardo: Don’t Look Up.

Una Julia Roberts al centro di “segni”e nevrosi

La famigliola americana media con dentro Julia Roberts (in un ruolo nevrotico e molto meno rassicurante della bella ragazza al centro di storie romantiche e missioni da compiere), Ethan Hawke nei panni del classico marito medio, due figli e in seguito un Maershala Ali che sembra sapere molte più cose di quelle che dà a intendere, si ritrova al centro di una serie di eventi misteriosi e inquietanti. Cosa sta facendo impazzire cellulari e tv? Cosa ha messo Internet down? Perché i cervi nei boschi attorno a casa cominciano a moltiplicarsi? Cosa piove dal cielo? Il crescendo mette la famigliola e lo spettatore in un vortice di angosce, paure profonde, paranoia del complotto fino al timore di assistere ad una sorta di apocalisse in diretta di cui si ignorano cause e sviluppi.

Il finale che fa impazzire il dibattito collettivo

Poi c’è la scena finale di Il mondo dietro di te (brutta traduzione di Leave The World Behind, cioè “làsciati il mondo alle spalle”). Protagonista la figlia della coppia la cui serenità si infrange e la vita perde senso quando tutti i dispositivi elettronici non funzionano più. Nel momento più drammatico del film fa una scelta che qui non sveliamo ma che può essere interpretata in modi diversi. E sì, c’entra un episodio della serie tv Friends. Dietro al successo incredibile (e alla viralità delle discussioni sui social) del film di Sam Esmail tratto dal libro di Rumaan Alam c’è l’ex presidente Usa, Barack Obama, che lo produce. E dentro una storia che moltiplica il più classico dei “che faresti se all’improvviso…?” ci sono altri temi, compreso quello razziale e un discorso perfido sul costo delle cure mediche. Uno specchio in cui guardarci tutti. 





.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%