I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Tecnologia

GWM WEY 03: prova del SUV ibrido plug-in da 136 km elettrici

today13 Dicembre 2023 63

Sfondo
share close


Nel corso del 2024 arriverà in Italia la gamma di GWM, Great Wall Motors. GWM WEY 03 è solo uno dei modelli di questo lancio che prevede anche il fratello maggiore, GWM WEY 05, e il primo modello della gamma di auto elettriche del marchio, ORA 03.

CHI GWM

Nel settembre 2021, a Monaco, Great Wall Motor aveva portato due marchi, WEY e ORA. WEY era un brand che realizzava SUV ibridi plug-in, ORA era un brand dedicato alle auto elettriche come ORA CAT (qui il video). Un paio di anni dopo, però, le cose sono cambiate. WEY e ORA non sono più brand a se stanti, ma modelli raccolti sotto l’unico marcio, GWM.

  • GWM WEY: SUV elettrici, al momento sono stati lanciati WEY 03 e WEY 05, entrambi ibridi plug-in (prima si chiamavano WEY COFFEE 01 e 02)
  • GWM ORA: gamma di auto elettriche, le prime ad arrivare saranno la ORA 03 (ex ORA CAT) e la ORA 07 (ex ORA LIGHTINING CAT).


ORA CAT: elettrica da 400 km, economica e tecnologica, arriver





Auto
06 Set




WEY Coffee 01: ibrida plug-in all'attacco dei SUV premium. 150 km elettrici





Auto
06 Set


Ma chi è Great Wall Motor? Nel mare dei produttori cinesi nati da pochi anni, GWM si distingue perché esiste da molto più tempo. Nata nel 1984, GWM ha iniziato ad esportare auto fuori dalla Cina nel 1997 e nel 2022 ha raggiunto una produzione mondiale di poco più di 1 milione di auto. Oggi il team europeo ha sede a Monaco.

Nel 2018 l’azienda ha acquistato il 40% di SVOLT, produttore di batterie senza cobalto che, a metà del 2024, aprirà il primo impianto per la produzione di moduli batterie e pacchi batterie in Germania. Entro un paio di anni, inoltre, SVOLT porterà in Europa anche la produzione delle celle (che per ora arrivano dalla Cina). Nel 2025, si ipotizza una produzione di 100 GWh di batterie: a quante auto equivalgono? Dipende dalla capacità della batteria di ogni singola auto, ma facendo una media si tratta di 2 milioni di auto con batteria da 50 kWh.

SVOLT è un fornitore di celle per diversi produttori cinesi, per Stellantis e ha realizzato le celle per le batterie della Mini elettrica

GWM ha in cantiere una piattaforma a 800 Volt e, nel 2025, lancerà un nuovo C SUV compatto e solamente elettrico all’interno della gamma ORA.

GWM WEY 03 E WEY 05

Nelle gamme auto, il numero 3 è associato solitamente al segmento C o D, a seconda delle scelte del produttore. GWM WEY lo utilizza per il segmento C creando un SUV che, però, si avvicina di più al segmento superiore visto che GWM WEY 03 arriva a 4,67 metri. La sua sorella maggiore si chiama invece GWM WEY 05 ed è più lunga di 20 cm, raggiungendo i quasi 4,9 metri.

Sotto la scocca batte un sistema ibrido plug-in: il benzina è un 2 litri turbo che da solo eroga 204 cv e 320 Nm e che può essere abbinato a uno o due motori elettrici, a seconda che scegliate la versione a 2 ruote motrici o quella a 4 ruote motrici, entrambe con batterie prodotte da SVOLT, una controllata del gruppo GWM che ha realizzato un accumulatore da ben 34 kWh che promette 136 km di autonomia in modalità solo elettrica.

Lungo 4,67 metri con un passo standard per il mondo endotermico, 2,74 metri e in linea con la categoria, GWM WEY 03 permette di ricaricare la batteria in corrente continua a 50 kW o a 11 kW in AC: dalle 3 ore e 20 in corrente alternata ai 38 minuti in DC all’80%.

  • 2WD: ibrido PHEV da 367 cv, 500 Nm (prezzo tra 45.000 e 50.000€), trazione anteriore, DCT a 9 rappori, 7,3 s per lo 0-100
  • 4WD: ibrido PHEV da 442 cv, 685 Nm, cambio a 9 rapporti DCT, 0-100 da 5,3 secondi e 230 km/h. Autonomia elettrica: 136 km.

Tra le caratteristiche di serie ci sono i cerchi in lega da 19″ (20W sulla AWD), bagagliaio da 351 a 1.289 litri, Dentro un touch da quasi 15″, altri due da 9″ gestiti dal Qualcomm Snapdragon 8155. Fuori troviamo radar, ultrasuoni (12), telecamere a 360 e telecamera frontale gestiti dal software di Mobileye.

ADAS LVL 2 e telecamere sono di serie, sulla 05 c’è anche il cambio di corsia assistito in autostrada. il resto va negli optional, ad esempio il tetto panoramico, le luci laser, il pacchetto inverno (parabrezza, ugelli e volante riscaldati) sono opzionali ma solo se scegliete la Luxury

WEY 05 è molto simile alla sorella minore, ma con alcune differenze: l’abitacolo è più curato, l’estetica cambia in alcuni dettagli del frontale e del posteriore e l’unica motorizzazione disponibile è la 4WD con i due motori.

PROVA SU STRADA, PRIMO CONTATTO

GWM WEY può essere definito come un C SUV del segmento “mass market” che si posiziona però nella fascia più alta dello stesso in termini di potenza, finiture e dotazione. La guidabilità è nella media, per intenderci quella di un SUV che ha uno sterzo abbastanza preciso per la guida di tutti i giorni, ma mai affilato come un rasoio se vogliamo prestazioni sportive (non è una Formentor per intenderci). In assenza di sospensioni sofisticate e setup sportivi, l’auto subisce un po’ di rollio in curva, nella media.

Allo stesso tempo, però, ha un motore sovradimensionato che è molto potente e prestazionale anche nella versione base (che tanto “base” non è visto che parte da 367 cv): sorpassi sempre in sicurezza e con coppia da vendere e ottime prestazioni per chi viaggia tanto in autostrada.

Con la versione a trazione integrale la dinamica di guida migliora, in curva si notano anche sull’asciutto i vantaggi di un 4×4 e, quando attiviamo la modalità EV, l’auto ha più autonomia (a parità di batteria) della versione a due ruote motrici perché usa il secondo motore elettrico che è direttamente collegato alle ruote posteriori.

Il primo contatto poi ha restituito una buona impressione su insonorizzazione e qualità degli assemblaggi in un abitacolo piacevole, mai estremo negli accostamenti cromatici e di materiali e comodo nella gestione degli spazi. Bene l’infotainment, fluido e con solo qualche problema di interfaccia dovuto alla localizzazione poiché i cinesi usano meno caratteri per “dire più cose” e, nella traduzione, gli spazi inizialmente pensati per i caratteri cinesi vanno ancora perfezionati per ospitare quelli occidentali. L’auto è comunque aggiornabile tramite OTA e connessa, e sarà facile risolvere tutto con un aggiornamento software.

PREZZI E USCITA

GWM deve ancora finalizzare i listini ma sappiamo con certezza che il prezzo di GWM WEY 03 sarà tra i 45.000€ e i 50.000€ per la versione a trazione anteriore. Chiaramente dipenderà tutto dal rapporto prezzo/dotazione finale. Per un confronto, sempre sui listini, la nuova Sportage PHEV parte da 47.400€, ma ha “solo” 265 cv un’autonomia elettrica di 65 km, la metà rispetto alla WEY.

Nulla, invece, è stato detto su GWM WEY 05 e su ORA 03, ma l’azienda ha già anticipato alcune informazioni sul post vendita e sull’assistenza.

Ma in Cina costa meno… frase spesso letta nei commenti. Il discorso dei prezzi cinesi va contestualizzato perché spesso le auto non sono le stesse. Per fare un esempio, la GWM 03, auto dove anche il motore e il cambio sono sviluppati in casa, in Cina non ha il 2 litri turbo benzina e non ha il DCT a 9 rapporti. Lì, infatti, il motore termico è un millecinque e il cambio non è così sofisticato, senza contare tutti i discorsi sulla sicurezza passiva e attiva e sugli ADAS, ormai obbligatori in Europa.

In Italia GWM avrà dei partner per quanto riguarda le officine: le trattative sono in corso e a breve verrà rivelata la rete. Inoltre il modello di vendita sarà quello delle concessionarie, non ci sarà un approccio esclusivamente online o con i pop-up store come fatto da altri concorrenti cinesi. Infine GWM ha in programma magazzini in Europa per i ricambi, così da non creare tempi di attesa biblici per i suoi clienti.

VIDEO



.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%