I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Tecnologia

Google consentir l’uso di ‘Classic Assistant’, la versione senza AI

today24 Novembre 2023 4

Sfondo
share close


Pare che Google stia lavorando su una versione di assistente chiamata “Classic Assistant”, come parte dei piani di sviluppo legati all’intelligenza artificiale. A quanto pare sarà una versione dell’assistente senza Bard, il che potrebbe significare che gli utenti potranno fare una scelta quando la nuova versione potenziata sarà resa disponibile.

I primi segni sono stati scovati da AssembleDeBug su X, che ha identificato una serie di stringhe nell’app dell’assistente che suggeriscono l’intenzione di Google di permettere agli utenti di decidere se vorranno utilizzare “Assistant con Bard” o meno. Naturalmente, in caso di utilizzo della versione conservativa verranno a mancare tutti gli extra AI che Bard porterà con sé.

Attualmente, la stringa di codice corrente mostra che gli utenti potranno passare alla versione classica di Assistant entrando nelle impostazioni dell’app Google quando questa opzione sarà disponibile. Sembra anche che non potranno essere utilizzate entrambe, ma bisognerà fare una scelta ben precisa in fase di impostazione.

Al momento non è ancora chiaro quando arriverà la fusione tra Assistant e Bard, ma lo scorso ottobre un aggiornamento dell’app Google conteneva parti di codice che indicavano l’integrazione Assistant-Bard per la gestione delle bozze delle mail, l’esportazione di elementi su Docs e l’accesso alle estensioni Bard come Hotel, Voli, YouTube e altro ancora. Si è anche scoperto che la variante potenziata dall’IA dell’Assistant accetterà le foto caricate dagli utenti, consentendo al bot di lavorare su di esse.

Quando Google ha annunciato per la prima volta i suoi piani per questa integrazione, l’azienda ha menzionato che sarebbe arrivata su dispositivi Android e iOS, ma va detto che il codice dell’app principale sembra suggerire che i Pixel 8 potrebbero riceverlo prima di qualsiasi altro terminale.

La data precisa per l’arrivo di Assistant arricchito con Bard non è nota al momento, ma c’è ancora la speranza che la fase di beta test inizi entro la fine dell’anno. Naturalmente è altamente probabile che il nostro mercato non sarà interessato, ma ne riparleremo non appena ci saranno altri dettagli.



.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%