I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Tecnologia

una power station per la casa a cui non manca nulla

today16 Settembre 2023 7

Sfondo
share close


Mentirei se dicessi che Bluetti EP 500 PRO è pensato per essere utilizzato da chiunque. Ancora di più rispetto al Jackery 2000 Plus provato alcuni mesi or sono, che quantomeno si rivolgeva a un pubblico di appassionati della vita all’aperto, il prodotto di Bluetti guarda a una nicchia ristretta di possibili acquirenti. Ma, allo stesso tempo, a quella nicchia offre possibilità di gran lunga superiori.

Con una capacità di 5.100Wh offerti dalla batteria LiFePO4 (litio – ferro – fosfato, LFP) contenuta al suo interno e oltre 6.000 cicli di ricarica promessi, EP 500 PRO è stato ideato per dare modo a chi lo volesse di alimentare un intero appartamento in caso di problemi sulla rete elettrica o comunque di collegarvi un vasto numero di elettrodomestici per poter supplire all’assenza di altre fonti di alimentazione. Tra l’altro la possibilità di ricaricarla attraverso pannelli solari (venduti separatamente) apre a scenari d’utilizzo più versatili.

Allo stesso tempo il prezzo di 5.400 euro, le dimensioni e il peso, che sfiora i 90Kg, ne fanno davvero un sistema per le situazioni emergenziali piuttosto che un compagno di viaggio. Le ruote, pur presenti, lo rendono comodo da muovere in casa ma il trasporto è tutto un altro discorso e probabilmente chi acquisterà questo Bluetti EP 500 PRO, lo farà per tenerlo sempre nello stesso luogo, salvo l’eventuale spostamento, poche volte all’anno, dalla residenza all’eventuale seconda casa, magari la baita in montagna…

INDICE

VERSATILITÀ D’USO

Idealmente, Bluetti EP 500 PRO offre la possibilità di installare un sotto-quadro elettrico che non sostituisce quello principale ma, in caso di problemi, si inserisce automaticamente alimentando tutti quei sistemi (frigorifero, riscaldamento e fornelli elettrici, etc…) che riteniamo fondamentali; lasciando perdere gli altri. I

In alternativa, un qualsiasi dispositivo può essere collegato alla corrente attraverso l’EP 500 PRO che, in caso di problemi, si inserisce sfruttando la modalità UPS e alimentandolo qualora mancasse l’elettricità dal quadro principale. In questo senso, è facile pensare a un utente che ha bisogno di utilizzare un PC senza che questo si spenga all’improvviso, anche qualora ci fossero dei blackout.

La grande versatilità è garantita non solo dalla capacità di questa (enorme) power station ma anche dall’elevato numero di connessioni e prese offerte. Le porte AC da 120V sono cinque e possono essere sfruttate per tutte le principali applicazioni. Non mancano comunque anche due prese 12v / 10A DC da 120W, quella da 12v accendisigari e una da 12v / 30A RV che ad esempio può essere sfruttata per dei piccoli mezzi elettrici. Pensando al mondo dei dispositivi come smartphone, tablet e notebook sono state inserite anche due USB A, due USB C da 100W molto utili ma anche due postazioni per la ricarica wireless poste sulla parte superiore di Bluetti EP 500 PRO.

L’alimentatore è inserito all’interno dello chassis della power station quindi per ricaricarlo collegandolo alla corrente elettrica (di casa, dell’ufficio ma anche eventualmente di un generatore esterno) basta utilizzare l’apposito ingresso e via. Più ordine e meno trasformatori in giro.

Chi considera l’acquisto di un prodotto simile è comunque molto probabile che pensi anche a una soluzione di ricarica con pannelli solari (o comunque ibrida): Bluetti EP 500 PRO con questa formula può essere ricaricato a massimo 1.200W, che dovrebbero darci modo di completare un ciclo di ricarica in meno di 5 ore, ma anche sistemi più piccoli possono essere utilizzati senza problemi.

Per mettere alla prova l’efficienza dei pannelli solari Bluetti, ce ne siamo fatti mandare uno che Luigi ha testato per alimentare casa sua e che, volendo, potrebbe essere sfruttato in un sistema domestico che include Bluetti EP 500 PRO.

TEST PANNELLO SOLARE

Il kit di pannelli messoci a disposizione è il Bluetti PV350. Si tratta di un pannello solare compatto e interessante nelle caratteristiche perché, tra i moduli portatili, ha un’efficienza del 23,4%, utilizza celle monocristalline, è ovviamente IP65 ed è garantito 24 mesi.

Nulla a che vedere con le strutture fisse, che godono di garanzie dalle 5 alle 10 volte più lunghe, ma l’utilizzo stesso di un pannello portatile lo espone a meno rischi di quello fisso, vuoi perché si può “proteggere” dalla grandine non esponendolo quando siamo in mobilità, vuoi perché il suo posizionamento in un balcone o in giardino lo rende comunque facilmente accessibile in caso di problemi.

Durante la mia settimana di test, tra terrazza e giardino dal 31 luglio al 6 agosto, il pannello ha generato circa 8 kWh di energia netta, sufficienti per coprire una parte dei consumi domestici. Qualche esempio? La mia casa è solamente elettrica, quindi il riscaldamento e il raffrescamento dipendono da un’unica pompa di calore Daikin che gestisce le serpentine a pavimento e due deumidificatori canalizzati. Lo stesso vale per la produzione di acqua calda sanitaria. Traducendo i numeri in esempi reali, il pannello portatile ha prodotto energia sufficiente per:

  • acqua calda sanitaria per una settimana
  • 1 giorno di raffreddamento di una casa di due piani (pavimento + due deumidificatori) o 2 giorni di un bilocale/piccolo trilocale
  • 1 mese di utilizzo della lavatrice (molto vecchia, ha 10 anni e quelle nuove sono più efficienti…)
  • l’intera casa per una notte intera o l’intera casa per 4/6 ore di giorno (oltre ai deumidificatori, 2 computer con monitor, frigorifero e un consumo base abbastanza alto per via di router, powerline WiFi, due dispositivi di controllo domotica ecc…)

I dati che vi ho indicato sopra sono reali e non da misurazioni teoriche, valgono per il sistema Daikin (con l’app Onecta) e per gli elettrodomestici (usando le prese smart Bticino integrate o le prese smart Meross esterne).

Guardando ad altri possibili utilizzi, escludendo la questione economica, un kit di batteria “portatile” più pannelli solari può essere utile anche per chi ha un’auto elettrica da città o un quadriciclo elettrico.

I kWh prodotti coprono 60/70 chilometri con i consumi medi di mezzi compatti o molto efficienti (Kona, Model 3) e possono “spostare” la ricarica al luogo dove si trova la vettura. Ad esempio il vialetto di casa senza prese a disposizione.

PENSATO PER TUTTE LE SITUAZIONI

Grazie all’inverter a onda sinusoidale pura da 2.000W, elettrodomestici come il frigorifero possono essere alimentati senza il timore di avere una resa al di sotto delle proprie aspettative o il rischio di causare dei guasti.

D’altra parte la capacità della batteria permette di utilizzare per ore dispositivi come condizionatori, forni a microonde, lavatrici e così via. Ma anche di caricare per centinaia di volte uno smartphone o decine di volte il proprio notebook, ovviamente a seconda della capacità della batteria al loro interno. Volendo si possono anche collegare insieme due EP 500 PRO.


Per tenere sotto controllo tutte le informazioni essenziali del dispositivo si può optare per il pannello touch screen, che è pratico ma non è molto reattivo, oppure rivolgersi alla più completa app che, disponibile sia per Android che per iOS, permette anche di scaricare i firmware così da avere un prodotto sempre aggiornato.

CONCLUSIONI

In combinazione con dei pannelli solari, Bluetti EP 500 PRO (si acquista qui) può rappresentare una valida alternativa a sistemi che prevedono un generatore a benzina / gasolio. Oppure un’ancora di salvataggio per chi sa di avere a che fare con frequenti blackout o problemi di approvvigionamento elettrico, aggirabili con l’apposita modalità UPS. I casi d’uso non sono moltissimi, quindi il prodotto in sé è rivolto a un pubblico ben specifico è ristretto, ma d’altra parte non potrebbe essere diversamente.

Fatta questa premessa, EP 500 PRO si rivela un dispositivo dotato di caratteristiche tecniche di tutto rispetto con 5.100Wh di capacità e specifiche tecniche in grado di offrire abbastanza potenza per alimentare un appartamento o comunque i suoi sistemi più importanti. Inoltre i 6.000 cicli di ricarica permettono di farne un investimento a lungo termine e l’adozione delle batterie LiFePO4 sono una garanzia sia in termini di sicurezza, sia per poi il futuro smaltimento.


Alla bontà dell’hardware si aggiunge un’ottima app, molto comoda per avere tutto sotto controllo e gestire le molte opzioni d’utilizzo con pochi click.

I contro, al netto di un pannello tochscreen non eccezionale, sono legati alla natura stessa del prodotto: costoso e molto pesante, non si rivolge al pubblico che vuole una batteria da campeggio o per le attività all’aperto, attività per cui risulterebbe molto semplicemente sovradimensionato.

Contenuto in collaborazione con Bluetti

VIDEO



.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%