I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Tecnologia

Volkswagen Passat, nuova con ibrido Plug-in da 100 km, ma anche diesel

today31 Agosto 2023 12

Sfondo
share close


Volkswagen Passat non molla, resta ancora in gamma ed è anzi la prima a debuttare con la nuova piattaforma MQB Evo, evoluzione appunto del pianale modulare di Volkswagen fatto per essere trasversale a tutta la gamma e a tutti i marchi del gruppo. Rappresenta lo stato dell’arte tedesco per il mondo termico, frutto di investimenti che non sono ingenti come quelli di una nuova piattaforma, ma dimostrano però che l’evoluzione incrementale conferma la volontà di Wolfsburg di non abbandonare i motori a combustione, inclusi i diesel TDI che qui sono ancora disponibili.

SOLO NELLA VERSIONE VARIANT

La nuova generazione della Passat sarà offerta esclusivamente nella versione Variant. Rispetto all’attuale modello, la nuova Passat Variant presenta un passo maggiorato di 50 mm (2.841 mm), che modifica significativamente le proporzioni della vettura. La lunghezza risulta inoltre aumentata di 144 mm, per complessivi 4.917 mm. La larghezza ha invece subito un lieve aumento di 20 mm, raggiungendo quota 1.852 mm. A un livello analogo a quello della versione precedente è infine rimasta l’altezza, pari a 1.506 mm (antenna inclusa).

Il frontale del nuovo modello si caratterizza per la presenza di nuovi fari a LED, composti da due moduli con le luci diurne a LED disposte al di sopra. Questi due elementi delle luci diurne vengono congiunti fra loro da una barra trasversale a LED inserita nella calandra. Opzionalmente, Volkswagen mette a disposizione una nuova generazione di fari a LED Matrix IQ.LIGHT dotati dei nuovi abbaglianti.

I gruppi ottici posteriori a LED, per la prima volta in versione senza soluzione di continuità in questa gamma, accentuano la larghezza della carrozzeria e con la loro nuova firma luminosa 3D si presentano completamente trasparenti. Nella parte superiore del portellone spicca il grande spoiler del tetto. Tanto lavoro è stato fatto per ottimizzare l’aerodinamica. Il risultato è un Cx di 0.25 (0.31 in precedenza). Il nuovo modello dispone di cerchi da 19 pollici.

INTERNI ED INFOTAINMENT

L’abitacolo della nuova Passat Variant è stato rivisto ed è dominato dal Digital Cockpit che è stato riprogettato e dall’inedito sistema infotainment che può contare, di base, su di un display da 12,9 pollici con risoluzione 1.920 x 1.080 pixel. In opzione o a seconda dell’equipaggiamento sarà possibile avere uno schermo da 15 pollici con risoluzione 2.240 x 1.260 pixel.

Molte impostazioni del sistema possono essere comandate tramite il nuovo sistema di comandi vocali IDA basato sul linguaggio naturale. Il display della strumentazione, invece, è da 10,25 pollici e presenta una risoluzione di 1.280 x 480 pixel. I due display collocati a bordo della Passat sullo stesso asse visivo costituiscono gli elementi centrali del sistema modulare di infotainment di quarta generazione MIB4.

Sulla nuova Passat Variant trova spazio anche il nuovo Windshield Head Up Display che proietta le informazioni più importanti per il conducente attraverso il parabrezza nello spazio virtuale davanti alla vettura.

La plancia ha un andamento rettilineo su un unico livello orizzontale con la consolle centrale che offre ora maggiore spazio per i portaoggetti grazie al fatto che la gestione della trasmissione è affidata ad una leva di comando sullo sterzo. Grazie all’aumento del passo, l’abitacolo del nuovo modello offre maggiore spazio per i passeggeri.

La capacità del bagagliaio è stata inoltre incrementata di 40 litri, per un totale di 690 litri. Abbattendo i sedili posteriori, la capacità raggiunge i 1.920 litri. Oltre al parabrezza insonorizzato di serie, la nuova versione include doppi vetri dotati di una pellicola acustica per i cristalli laterali della prima e della seconda fila di sedili.

In opzione, la Passat Variant sarà disponibile con nuovi sedili anteriori ergoActive dotati di regolazione elettrica (fino a 14 vie in base a modello ed equipaggiamento) e di funzione di massaggio e climatizzazione.

PIATTAFORMA MQB EVO

Come accennato all’inizio, la nuova Passat Variant poggia sulla piattaforma MQB Evo. Oltre a numerosi miglioramenti, Volkswagen ha sviluppato per questo modello una nuova generazione di telaio adattivo DCC: il DCC Pro disponibile in opzione. Inoltre, la vettura può contare per la prima volta su di un Vehicle Dynamics Manager, che gestisce le funzioni dei blocchi elettronici del differenziale XDS e i componenti della dinamica trasversale degli ammortizzatori regolabili in presenza del DCC Pro. Spiega Volkswagen:

Mediante frenate mirate per ciascuna ruota e la modifica selettiva della rigidità degli ammortizzatori per ognuna di esse, la guida assume caratteristiche più neutre, più stabili, più agili e più precise. Il miglioramento generale delle prestazioni è garantito inoltre da una maggiore rigidità della campanatura e da un maggiore orientamento della forza laterale da parte dell’asse posteriore a quattro bracci (maggiore stabilità dell’asse posteriore e quindi maggiore sicurezza di marcia), da una nuova messa a punto del servosterzo elettromeccanico e da nuove barre antirollio e nuovi ammortizzatori.

MOTORI

La nuova Passat Variant sarà disponibile con diversi tipi di propulsori: un motore a benzina mild hybrid (eTSI), due nuovi motori ibridi Plug-in (eHybrid), tre turbodiesel (TDI) e due turbo benzina (TSI). In tutti i casi sarà presente un cambio a doppia frizione DSG. Lo schema il seguente:

  • 1.5 eTSI Mild Hybrid: 110 kW/150 CV, DSG a 7 rapporti e trazione anteriore
  • 2.0 TSI turbo benzina: 150 kW/204 CV, DSG a 7 rapporti e trazione anteriore
  • 2.0 TSI 4MOTION turbo benzina: 195 kW/265 CV, DSG a 7 rapporti e trazione integrale
  • 2.0 TDI: 90 kW/122 CV, DSG a 7 rapporti e trazione anteriore
  • 2.0 TDI: 100 kW/150 CV, DSG a 7 rapporti e trazione anteriore
  • 2.0 TDI 4MOTION: 142 kW/193 CV, DSG a 7 rapporti e trazione integrale
  • eHybrid: 150 kW/204 CV, eDSG a 6 rapporti e trazione anteriore
  • eHybrid: 200 kW/272 CV, eDSG a 6 rapporti e trazione anteriore

I powertrain Plug-in dispongono di un motore 1.5 TSI evo2 abbinato ad un’unità elettrica che è alimentata da una batteria con una capacità di 19,7 kWh. Volkswagen prevede che con la Passat Variant eHybrid potranno essere raggiunte autonomie in elettrico di circa 100 km.

Ora, la batteria può essere ricaricata nella wallbox domestica e presso altri punti di ricarica a corrente alternata a 11 kW anziché 3,6 kW. Un’altra novità è che entrambe le Passat Variant eHybrid potranno essere collegate anche alle colonnine di ricarica rapida a corrente continua per poter rifornire ad una potenza di picco di 50 kW.

La nuova Passat Variant sarà lanciata con una gamma di sistemi di assistenza alla guida rivista. In particolare, troveremo anche il Park Assist Plus, il Park Assist Pro e la funzione Memory per il Park Assist Pro, in opzione o di serie in base alla versione di equipaggiamento.

PRIME IMPRESSIONI

In attesa della prova dinamica, le prime impressioni a ruote ferme sono quelle di un’auto più matura. Passat è sempre stata il riferimento per i viaggi della famiglia, in tempi in cui il SUV ancora non era diffuso, e con questa generazione torna a ribadire quel concetto.

Il bagagliaio è generosissimo, ottimizzato anche nel doppio fondo, pieno di ganci, gancetti e strutture che lo rendono pratico e modulare. Dentro, poi, l’abitacolo diventa più piacevole: materiali morbidi, eco-pelle e tessuti piacevoli al tatto, persino le tasche delle portiere vengono coperte dal tessuto come accadeva sulla Skoda Octavia, altra auto che ha fatto delle praticità il suo punto di forza.

Certo, ci sono anche le novità: lo schermo è di dimensioni importanti, e i LED ambientali sono molto piacevoli da vedere e personalizzabili. Ma è più l’aspetto pratico che conta qui dentro: tasti al volante tutti fisici (e addio a quella finitura lucida che acchiappa le ditate come se non ci fosse un domani), raggiungibilità dei comandi, tanti vani nell’abitacolo che mostrano uno studio fatto di ordine e praticità, basta guardare i due cassettini sul tunnel anteriore che si aprono separatamente e si chiudono con un accoppiaggio perfetto, tipico dei tedeschi.

Passi in avanti importanti per l’infotainment: Volkswagen ottimizza ulteriormente, prende MIB 4 e la nuova interfaccia dalla ID.7 e finalmente arriva una grafica più navigabile, più intuibile nella struttura e con molti comandi rapidi. Inoltre, da questo primo test, anche la fluidità sembra crescere in maniera notevole.

PREZZI E DATA DI USCITA

Dovremo attendere la prova su strada, ma la dinamica di guida dovrebbe guadagnare molto dagli ammortizzatori a due valvole, un primato nel mondo della produzione di massa che conferma come le tecnologie più sofisticate siano ormai a disposizione di un pubblico maggiore, al netto dei prezzi che sono necessariamente aumentati per l’intero mercato auto.

E sui prezzi? Non sappiamo ancora quanto costerà la nuova Passat in Italia, ma i prezzi per il mercato tedesco già ci sono: da 39.995€. Volendo fare un’ipotesi, basata puramente sulla differenza dell’IVA tra Germania e Italia, nel nostro Paese potrebbe costare intorno ai 46.000€, anche se Volkswagen Italia avrà dei margini per abbassare questo prezzo giocando eventualmente sugli allestimenti.

La data di uscita di Passat 2024 in Italia è prevista nella prima parte dell’anno, da febbraio 2024, al netto di uno o due mesi di slittamento perché ci sarà anche Tiguan 2024 nello stesso periodo e i due lanci andranno necessariamente distanziati.

VIDEO



.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%