I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Spettacoli

La Notte della Taranta, Tananai: “Basta violenza”

today27 Agosto 2023 5

Sfondo
share close



“Adesso basta, nessun’altra”. Con poche parole scritte in rosso sulla camicia bianca Tananai, artista ospite dell’edizione 2023 della Notte della Taranta, manda un messaggio potente al Paese nei giorni in cui le prime pagine dei quotidiani raccontano di femminicidi e violenza sulle donne. Il palco del Concertone di Melpignano ieri notte ha accolto la 26esima edizione del grande e atteso appuntamento organizzato dalla Fondazione La Notte della Taranta  ispirato al tema dell’identità e segnato da una riflessione sul ruolo delle donne ieri e oggi. “C’era un tempo in cui la donna doveva compiacere l’uomo. Ma l’amore deve essere condiviso, significa desiderarsi l’un l’altro”, ha sottolineato Fiorella Mannoia, maestra concertatrice dell’evento prima di cantare “Bocca di rosa” omaggio a Fabrizio De André ma anche a chi sceglie la libertà. 

Notte della Taranta, ritorno alla tradizione  

Il Concertone nel piazzale dell’ex convento degli Agostiniani inizia alle 22.30 puntuali, dopo il preconcerto che ha visto protagonisti  Rocco Bolizzi, Nidi d’Arac e Mundial. Sin dalle prime note sappiamo che sarà una Notte della Taranta più tradizionale rispetto all’edizione fortemente innovativa dell’anno passato guidata dal maestro concertatore Dardust: lo spettacolo si apre con Fiorella Mannoia che dedica un pensiero a Gigi Chiriatti, ricercatore, musicista e memoria storica della Taranta scomparso esattamente tre mesi fa; e con il saluto “Melpignano, benvenuti alla Notte della Taranta 2023” la maestra concertatrice da inizio alle danze.  

200 mila persone in piazza, il pubblico dei record  

È un’edizione da record, questa: un mega palco lungo 33 metri e profondo 18, uno sfondo ampio 240 metri quadri su cui scorrono le immagini simbolo del Salento con le ceramiche,  le luminarie, i coralli, il blu del mare pugliese. Se già il 2022 aveva registrato un pubblico mai visto con oltre 200 mila presenze, quest’anno si replica con le stesse persone in arrivo dalla Puglia e da tutto il mondo: si balla, si canta, ci si perde nei ritmi ipnotici dei tamburi, nelle note frenetiche dei violini e dei fiati, nel caleidoscopio di colori e luci, nel turbinio dei balli che accompagnano alcuni dei brani sul palco.  

Dal ballo alla malinconia, un universo di suoni e storie

Dalle pizziche più celebri e amate alle melodie più malinconiche, il Concertone mette in mostra il repertorio della musica popolare del Salento, interpretato dall’Orchestra popolare La Notte della Taranta con gli arrangiamenti di Carlo di Francesco e la direzione di Clemente Ferrari. 

Come ogni anno, la Notte porta in scena artisti del panorama nazionale chiamati a rileggere i brani tradizionali: accanto a Fiorella Mannoia, che apre la serata con  “Un giorno di venerdì” e da voce poi a “Taggiu amatu”, “Bocca di Rosa”, “Madonna de lu mare” e “Fimmene fimmene” insieme alle voci femminili dell’Orchestra Consuelo Aldieri, Alessandra Caiulo, Stefania Morciano ed Enza Pagliara c’è Arisa che interpreta con grande passione “Ferma zitella” e “Lu riciu de lu mare”, il giovane Tananai, che sale sul palco con un segno rosso dipinto sul viso e una scritta contro i fenminicidi sulla camicia, alle prese con “Ri ro la la” in lingua arbereshe e la “Pizzica di Aradeo”, Brunori Sas in “Lule lule”, anche questa in arbereshe, e “Aremu”. 

È quasi l’una quando “Calinitta buonanotte” diffonde le sue ultime note e le luci si spengono sull’edizione 2023 della Notte della Taranta: il rito si è compiuto, la magia della taranta ha conquistato ancora una volta il cuore di migliaia di persone accorse nel Salento da tutto il mondo. 

 





.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%