I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Tecnologia

Recensione Samsung Galaxy Watch 6 Classic: eccezionale ed sopravvissuto!

today23 Agosto 2023 10

Sfondo
share close


Se pensiamo al mondo degli orologi Smart, sono sicuramente due i nomi che vengono subito alla mente: Apple e Samsung. Sebbene negli anni siano arrivate tantissime alternative e nonostante esistano prodotti molto specifici per attività sportive professionali come i Garmin, Apple Watch e Galaxy Watch sono considerabili i migliori smartwatch generalisti che si possono trovare sul mercato.

Da un lato hanno un numero di funzionalità enormi, dall’altro grazie alle versioni SE di Apple Watch ed al riposizionamento di Galaxy Watch 5 in versione 40mm, il prezzo di acquisto non è eccessivo: anzi, è pericolosamente vicino a quello di band molto più basiche se guardiamo in particolare al mondo Android ed all’orologio di Samsung.

L’azienda coreana, forte della qualità dei suoi prodotti, non si è però fatta cogliere impreparata in questo 2023 e con il Galaxy Watch 6 Classic arriva un rinnovamento davvero importante e che unisce passato e futuro.

TORNA LA GHIERA FISICA ROTANTE

L’avevate apprezzata la ghiera fisica? Eccola che ritorna a conferma di quanto questa soluzione per interagire con l’orologio sia apprezzata, utile e funzionale. Sebbene, come dissi anni fa, manchi ancora un tasto di conferma “ok” che permetterebbe di avere un’interazione realmente “touchscreen free” – utile in acqua, con guanti spessi o altro -, personalmente trovo la cornice girevole un valore aggiunto non indifferente nell’utilizzo dell’orologio.

Una soluzione che rende più sportivo Watch 6 Classic rispetto al Watch 6 (molto simile al 5) e che lo distingue da molti altri competitor simili. Rispetto al passato, la serigrafia sulla ghiera è più discreta, meno invasiva ed in grado di rendere questo prodotto adatto a tutte le circostanze -anche a serate relativamente eleganti- soprattutto se avete un polso grande.

Watch 6 Classic è infatti dotato di uno schermo da 47mm che è ben dimensionato per un polso maschile ma è probabilmente al limite per una persona non particolarmente alta o con una struttura ossea esile.


Il cinturino è morbido, in quella che potremmo definire “finta pelle” ed ha una buona qualità. Nonostante il caldo estivo, non fa sudare troppo il polso, è comodo anche dopo ore di utilizzo ed ha un ampio range di apertura/chiusura in modo da adattarsi facilmente alle diverse grandezze dei polsi delle persone.


Rispetto ai modelli precedenti, Samsung ha mantenuto la compatibilità con i cinturini di marchi diversi in quanto sfrutta sempre l’aggancio classico dell’orologeria ma ha aggiunto un piccolo tastino che agevola la chiusura dei pin laterali per sganciare o agganciare più rapidamente il cinturino e non perdere il cilindretto che permette la rotazione del bracciale.

RESISTENZA APPROVATA: SOPRAVVISSUTO AL MARE!

Come moltissimi di voi, essendo appassionato di tecnologia, ho provato tantissime band e orologi smart ma, spesso, nonostante le certificazioni, ho avuto problemi con l’acqua. Parlo ovviamente di acqua dolce ma anche con piccoli accorgimenti, ho “ucciso” diversi orologi e anche un Watch 4 di Samsung.

Con Watch 6 ho voluto esagerare, o meglio, ho cercato di capire se realmente Samsung avesse lavorato sulla qualità costruttiva del prodotto migliorando alcuni precedenti aspetti. La risposta? SI ma prima leggete la nota.

NOTA BENE: la certificazione IP68 non equivale ad avere una garanzia su eventuali danni da infiltrazioni di acqua. Si tratta di un parametro che consente all’acquirente di avere una certa sicurezza nell’indossare – in questo caso – un device tecnologico anche sotto la pioggia, mentre si lava le mani o fa la doccia. Non si tratta in nessun caso di dispositivi adatti all’immersione breve e ovviamente neanche a quella prolungata. Va poi ricordato che si parla sempre e solo di acqua dolce, tranne per prodotti realizzati specificatamente per immersioni in mare e con grado di resistenza superiore.

Galaxy Watch 6 – tutta la gamma – ha certificazione 5ATM+IP68 e MIL-STD-810H ed ho voluto quindi provare la resistenza del Classic in condizioni “estreme” e che sconsiglio a chiunque in quanto, in caso di rottura, non è garantita l’assistenza.



Smartwatch e smartband: come sapere se resistono all'acqua | Guida ATM/metri





Mobile
21 Ott



La mia prova ha visto 15 giorni di utilizzo al mare continuativo ovvero con uscita la mattina e rientro la sera senza mai lavarlo in acqua dolce, se non in fase di doccia. Inoltre Watch 6 Classic ha subito importanti variazioni repentine di pressione passando da 6 metri di altezza (tuffo di testa) a 3 metri circa di profondità in pochi secondi. Inoltre, causa ancora incagliata (ndr), ho affrontato anche una discesa in apnea a 14.8 metri (ecoscandaglio) con le pinne e dunque ho esposto l’orologio ad una pressione importante per un oggetto di questo tipo.

Sebbene infatti la certificazione sia di 5ATM, questa è considerata in condizioni ideali e senza un cambio repentino di pressione che invece avviene nuotando, tuffandosi o immergendosi rapidamente per poi risalire velocemente.

Nonostante ciò, Watch 6 ha resistito perfettamente a conferma di come Samsung abbia migliorato sensibilmente la qualità costruttiva del suo orologio rispetto ai precedenti – che mi si sono rotti in condizioni molto meno “estreme”.


Come vedete dalle immagini sopra, ho sfruttato anche una particolare cover Spigen per proteggere l’orologio dagli urti. Non modifica infatti la resistenza ai liquidi ma rende l’orologio molto più robusto visto che il cinturino e la scocca centrale sono un solo pezzo e non c’è possibilità di perdere l’orologio. Un’estetica molto simile ai Casio G-Shock che io adoro ma che possono non piacere a tutti: al mare mi è tornata comoda e mi ha “salvato” da graffi sicuri sugli scogli. Unica nota negativa, non permette l’utilizzo della ghiera.

SENSORI E SOFTWARE: HEALTH UN PLUS NOTEVOLE

Una delle novità di Watch 6 Classic (e non) riguarda il sensore principale e tutta una serie di altri sensori che permettono di leggere la temperatura della pelle, dei liquidi e ovviamente monitorare battito, pressione arteriosa, composizione corporea, ECG e non solo. Si tratta di funzionalità che, in parte, abbiamo già visto sui precedenti modelli ma che ora sono ancora più precise, rapide ed efficaci.

Tramite un’applicazione di terze parti (Thermo Check) è possibile misurare la temperatura dei liquidi e dalle prove effettuate il risultato è abbastanza preciso e anche variazioni di 1 grado vengono lette correttamente (riscontro con termometro da piscina in acqua). Sebbene l’app non sia particolarmente evoluta, è interessante vedere come Samsung permetta di far sfruttare alcuni sensori anche ad app di terze parti.

Samsung ha poi puntato moltissimo sulla misurazione del sonno che, grazie anche al nuovo sensore, è ancora più precisa, ampia ed accurata. Sebbene dormire con Watch 6 Classic da 47 mm sia impegnativo, ho tenuto al polso l’orologio per 15 giorni senza toglierlo, ad eccezione del tempo di ricarica (1 ora). I dati raccolti sono interessanti e piuttosto precisi se guardiamo al tempo effettivamente dormito. Non sono in grado, in tutta onestà, di dirvi se il tempo di sonno profondo sia corretto rispetto alle altre rivelazioni ma posso confermare che l’ossigenazione del sangue e la temperatura cutanea potrebbero essere poco affidabili e con parametri troppo “ampi”, probabilmente dipesi dal movimento dell’orologio durante la notte e da un’adesione non perfetta al polso (stringerlo troppo mi impediva di dormire, ndr).

Sebbene sia uno smartwatch generalista e non possa essere considerato un vero e proprio sport watch, è altrettanto vero che, grazie a tutti i sensori ed alla qualità del software, Watch 6 Classic risulta eccellente per la maggior parte delle persone sportive che si allenano in modo regolare -ma non agonistico- e che amano passare del tempo all’aria aperta.

Watch 6 non solo monitora in automatico moltissime attività diverse ma lo fa in modo completo e molto preciso. Il GPS è infatti fulmineo ed ha una precisione molto buona. Funziona sia in acqua (in fase di nuoto, non in immersione), sia in città tra palazzi alti e permette di tracciare molto bene il percorso che facciamo.

I dati raccolti sono talmente tanti – se attivate tutte le funzionalità offerte – che Samsung Health si popolerà in pochi giorni di grafici, statistiche e consigli in grado di migliorare la qualità della vostra vita. Ovviamente nulla di medico ma è un ottimo compagno per capire se stiamo procedendo nella direzione giusta e se stiamo facendo un buon allenamento.

Se nuotate, avrete anche la rilevazione dei diversi stili con tanto di tabelle con ogni fase divisa con tempi, distanze e non solo. Insomma, veramente ottimo.

DISPLAY ED AUTONOMIA

Una delle differenze principali di Watch 6 rispetto ai precedenti prodotti Samsung (ed anche nei confronti della concorrenza) è il display. Il pannello ha infatti una luminosità di 2000 nits, talmente elevata da rendere l’orologio leggibile in ogni condizione di luce e con una qualità veramente eccezionale. Si tratta del miglior pannello per indossabili visto ad oggi ed in grado di far dimenticare tecnologie trans-reflective utilizzate proprio per aumentare la visibilità di questa tipologia di device.

Nell’utilizzo quotidiano la differenza è enorme e si apprezza anche in situazioni particolari: un esempio simpatico è quello relativo alle vacanze al mare dove, entrando in una grotta semi sommersa, sono riuscito ad esplorarla (almeno 25 metri) senza problemi utilizzando l’orologio come torcia con una luce che, in quelle circostanze, era fondamentale con il vantaggio di poterla anche immergere.


Tutto questo ha ovviamente un tallone di Achille, o meglio, delle scelte che devono essere fatte. Se infatti sfruttate l’orologio al suo massimo potenziale, attivando qualunque tipo di rilevamento automatico, lettura del battito continua, lo usate anche di notte, ci chiamate, siete sempre all’aperto, registrate i percorsi con il GPS ed effettuate anche ECG, Watch 6 durerà al massimo 24 ore. La batteria da 450mAh non può fare miracoli, anche se comunque non si comporta male.

Io, dopo le prime settimane di test, ho trovato un ottimo compromesso nel ricaricarlo una volta ogni 48 ore andando a limitare solo piccole rilevazioni ed usando il GPS solo quando realmente utile. Se poi volete usarlo come semplice notificatore, allora 4/5 giorni possono essere realistici disattivando la maggior parte dei sensori.

ANDROID 4.0, PERSONALIZZAZIONE ED AGGIORNAMENTI

L’ultimo valore aggiunto di Watch 6 riguarda Android 4.0 e la personalizzazione Samsung. Si tratta di un binomio unico sul mercato e che rende questo prodotto completissimo anche senza installare nessun’altra applicazione. Il Play Store, ovviamente presente, permette di ampliare ancora le funzionalità dello smartwatch e sebbene le notifiche siano complete con tanto di risposte scritte anche con tastiera, se installerete WhatsApp potrete anche entrare nelle singole conversazioni, inviare messaggi vocali e vedere le immagini.

Un prodotto che definire generalista potrebbe sembrare denigratorio ma fa talmente tante cose -e tutte bene- che è davvero difficile fare qualche appunto. L’ultimo aggiornamento software ha migliorato anche la reattività generale e sebbene qualche piccolo lag ogni tanto sia ancora presente, non posso certo lamentarmi.

Samsung aggiorna i suoi prodotti per anni e dunque anche lato supporto non avrete problemi. Segnalo comunque due cose:

  • Watch 6 funziona con tutti i prodotti Android ma solo con i Samsung Galaxy avrete la compatibilità completa, potrete sfruttare tutte le applicazioni e vedere al meglio ogni elemento delle notifiche
  • Watch 6 non funziona con i prodotti Apple

CONCLUSIONI

Samsung Galaxy Watch 6 è uno dei migliori prodotti che Samsung ha realizzato negli ultimi anni e riesce a fare uno step in avanti a livello costruttivo ma anche lato hardware, con un display che fa tutta la differenza del mondo. Il Classic è sicuramente adatto ad un pubblico maschile e con polso non piccolo ma, se vi piace questa tipologia di orologi, non posso che consigliarvelo.

Il prezzo oggi non è basso ma sappiamo come, in 6 mesi circa, i 250€ siano facilmente raggiungibili. A quella cifra, per un utilizzo a 360 gradi, è assolutamente consigliabile, magari anche con le Buds che permettono di usare l’orologio per ascoltare la musica, senza passare necessariamente dallo smartphone.

Nota finale, stando ad alcuni feedback arrivati in Redazione, la versione LTE sembra scaldare ancora tanto come succedeva con il modello precedente. Evidentemente la connettività rende “bollente” questo orologio; senza, invece, non avrete alcuna sensazione di calore ad eccezione della sudorazione dovuta – nel caso – al cinturino.

VIDEO



.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%