I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Tecnologia

Pnrr, finanziate oltre 4.700 colonnine per le citt. Niente per le superstrade

today3 Luglio 2023

Sfondo
share close


C’era molta attesa per gli esiti del primo bando per l’assegnazione dei fondi del Pnrr per finanziare l’installazione delle colonnine di ricarica per le auto elettriche. Finalmente, il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica ha pubblicato i risultati della selezione. Le notizie, però, non sono troppo positive.

Ricordiamo che in questo primo bando, per la realizzazione delle stazioni di ricarica nelle superstrade erano previsti investimenti per circa 150 milioni di euro. Invece, l’ammontare per le colonnine destinate alle zone urbane era pari a 127 milioni di euro. Con le risorse messe a disposizione, il Ministero stimava che si potevano realizzare 2.500 stazioni di ricarica per veicoli elettrici lungo le superstrade e 4.000 nelle zone urbane.

NIENTE PER LE SUPERSTRADE

Stando a quanto dichiarato dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica, sono stati selezionati oltre 4.700 progetti per realizzare infrastrutture di ricarica di veicoli elettrici nei centri urbani. Secondo quanto riferisce La Repubblica, Be Charge ed Enel X Way sono le aziende che hanno fatto la “parte da leone” in questo primo bando. Complessivamente, saranno stanziati 70 milioni di euro di contributi per le colonnine in ambito urbano.

Per il ministero si tratta di un risultato positivo visto che l’obiettivo era quello di andare ad installare 4.000 colonnine in ambito urbano. Ricordiamo, al riguardo, che nei centri urbani, le colonnine dovranno avere potenze di almeno 90 kW. I fondi, dunque, non potranno essere utilizzati per realizzare colonnine da 22 kW. Inoltre, ricordiamo che i finanziamenti erogati serviranno a sostenere fino al 40% dei costi di realizzazione delle stazioni di ricarica.

E per quanto riguarda i punti di ricarica sulle superstrade? Qui la brutta notizia. Il ministero, infatti, fa sapere che non è stato possibile selezionare alcun progetto, in quanto le poche proposte progettuali presentate non avevano i requisiti di ammissibilità. Al riguardo, il ministero si è già attivato con gli operatori interessati per individuare le motivazioni che hanno portato alla scarsa adesione, al fine di adottare le misure più opportune per stimolare una più ampia partecipazione.


Su questo risultato, sempre La Repubblica menziona una serie di problematiche tra cui paletti tecnico-burocratici. Del resto, ricordiamo che Motus-E aveva in passato lanciato proprio un allarme sui rischi che i fondi del Pnrr per le colonnine potessero non essere sfruttati per alcune criticità tecniche.

In ogni caso, il ministero si dice fiducioso sulla possibilità di poter recuperare i fondi non impegnati. Sul risultato del primo bando dei fondi del Pnrr per le colonnine, Francesco Naso, segretario di Motus-E, ha commentato:

Ci siamo comunque impegnati nel dare una mano alle imprese. C’è il problema degli impianti sulle superstrade. Su quella parte ci aspettavamo un risultato del genere. È andata meglio per quanto riguarda i centri urbani, ma è chiaro che vanno rivisti i criteri per i prossimi bandi per evitare che una parte delle risorse non venga assegnata. Sarebbe un peccato. Si tratta di risorse che servono a implementare la rete di impianti per sostenere la diffusione delle auto elettriche in Italia.

Infine, ricordiamo che le risorse complessive che sono state allocate per la realizzazione delle infrastrutture dedicate ai rifornimenti di energia delle auto elettriche sono pari a 713 milioni di euro. Entro il 30 giugno 2026 dovranno essere installate oltre 21 mila nuove colonnine grazie ai fondi del PNRR.



.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%