I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Music

Benjamin Mascolo e la depressione: “Volevo autodistruggermi”

today21 Giugno 2023

Sfondo
share close


Nel giorno del suo 30° compleanno, Benjamin Mascolo – ex componente del duo Benji e Fede – ha fatto una rivelazione inaspettata. Ha infatti raccontato ai suoi fan il periodo buio che ha vissuto negli ultimi mesi a causa della depressione che lo ha afflitto. Un momento molto difficile in cui ha faticato a trovare la forza di andare avanti non solo nella musica, ma anche nella vita. Ora però sta provando a venirne fuori, anche grazie a quello che definisce “un piccolissimo gruppo di persone” che gli è restato vicino. 

Una narrazione che parte da due foto caricate su Instagram che fanno parte dello stesso post. In una appare immerso nella vasca da bagno con lo sguardo perso nel vuoto, nell’altra invece è il Benjamin che conosciamo, pieno di grinta mentre si esibisce sul palco. Poi, in una lunga didascalia, la spiegazione di quanto successo facendoci così capire anche per quale motivo avesse lasciato le scene da qualche tempo con le interazioni sui social ridotte all’osso. 

Ha scritto: “Oggi sono 30 anni. E onestamente, fino a poco tempo fa, non ero nemmeno sicuro di arrivarci. Una serie di abitudini molto sbagliate mi aveva avvicinato troppo a una parte buia di me, che purtroppo esiste e che sto imparando a gestire. Dopo aver deluso me stesso e tante persone importanti e che mi amavano, ha iniziato a crescere un unico desiderio: quello di autodistruggermi e sabotarmi, sentivo solo di voler sparire. Sono arrivato a non alzarmi da letto per giornate intere”. 

A questo punto passa a descrivere l’immagine che lo ritrae in bagno, ammettendo di aver toccato il fondo: “Nella foto del post, scattata solo qualche mese fa, mi stavo lavando per la prima volta dopo 30 giorni. E quando ricevevo un messaggio con la domanda ‘dove sei finito?’ da un familiare, un amico, un collega, provavo prima vergogna, e subito dopo un piacere tossico… stavamo finalmente rimanendo soli io e la mia voglia di non vivere”.

Poi il ringraziamento a chi gli è stato vicino, chi gli ha fatto capire che aveva bisogno di aiuto: “In realtà solo non ci sono rimasto, perché un piccolissimo gruppo di persone restate vicino a me mi ha dato un’altra occasione. Facendomi vedere un po’ di luce nel mio mondo di pensieri scuri. I primissimi passi ho ricominciato a muoverli per loro, quelli subito dopo per me stesso, nel rispetto di una vita che Dio mi ha dato e di cui non sapevo più riconoscere il valore. Non sarò mai abbastanza grato a chi mi ha teso una mano, a chi mi ha fatto capire (a me che per tanto tempo mi sono creduto invincibile) che non c’è vergogna nell’ammettere di avere bisogno di aiuto”.

Infine il suo augurio sia a se stesso che agli altri, con la speranza che questo post possa aiutare qualcun altro che si sta trovando nella sua stessa situazione: “Oggi sono 30 anni e l’unica cosa che desidero è augurare a chi vive un momento del genere tanto coraggio. È dentro di voi e ne avete molto di più di quello che pensate. Dobbiamo lottare con tutte le nostre forze per ricordarci chi siamo, esseri unici e insostituibili, molto più di numeri sui social, pixel su uno schermo o di un conto in banca. Se anche solo una persona leggendo queste parole si dovesse sentire meno sola o trovare le forze di riprovarci sarebbe per me il regalo più grande. Ci spero davvero. Benji”.






.

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%