I VOSTRI MESSAGGI
Marika artemas - i like the way you kiss me Ciao, grazie per tenermi sempre compagnia, volevo ascoltare Artemas, mi piace un casino. saluti da Porto San Giorgio Filippo Red Hot Chili Peppers - Californication ciao Radio FM, potete suonare Californication dei Red Hot Chili Peppers. Grazieeeee 😍 Manolo 883 - Se Tornerai Ciao Simone volevo augurare a te e a Paolo un a buona Pasqua volevo dedicare a Lisa che gli voglio tanto bene

Music

Sanremo 2023, Mengoni sempre in testa, Fedez rappa contro Salvini e Bignami. Share al 62,3%

today6 Maggio 2023

Sfondo
share close

Sono stati 10 milioni 545 mila, pari al 62,3%, gli spettatori che hanno seguito mercoledì 9 febbraio su Rai1 la seconda serata del Festival di Sanremo. Nel 2022 gli ascolti della seconda serata del festival di Amadeus avevano fatto segnare in media 11 milioni 320 mila spettatori pari al 55,8% di share. Gli ascolti del festival sono stabili rispetto al debutto (10 milioni 757 mila spettatori con il 62,4% di media), con una lieve flessione in valori assoluti, fisiologica per la seconda serata. La prima parte della seconda serata del festival (dalle 21.18 alle 23.37) ha raccolto 14 milioni 87 mila spettatori con il 61,1% di share, la seconda (dalle 23.40 all’1.40) 6 milioni 352 mila con il 65.6 per cento. Nel 2022 la prima parte della seconda serata aveva fatto segnare 13 milioni 572mila telespettatori pari al 55,3%, la seconda 7 milioni 307 mila con il 57,4 per cento.

La cronaca della serata

Tutto tranquillo, fino a Fedez. La sintesi della seconda serata del Festival di Sanremo Amadeus quater sta tutta qua, perché si sa che intorno alle 23.30 i Ferragnez ululano alla luna. Martedì Chiara Ferragni si era cimentata con la lettera anti-sessista in finto nude look, mercoledì suo marito Fedez, dal palco a bordo piscina della nave Costa Smeralda, rappa contro tre esponenti del governo Meloni e se ne assume «ogni responsabilità», specificando che non aveva concordato l’intervento con la Rai. Questo il testo del suo rap: «Se va a Sanremo Rosa Chemical scoppia la lite (il riferimento è a Matteo Salvini, ndr)/ meglio il viceministro vestito da Hitler (Galeazzo Bignami di cui l’artista strappa la foto, ndr)/ Purtroppo l’aborto è un diritto/ Sì, ma non l’ho detto io: l’ha detto un ministro (Eugenia Roccella ndr)/ Sparo caz… ai quattro venti/ ma non lo faccio a spese dei contribuenti/ perché a pestarne di mer… sono un esperto/ Ciao Codacons, guarda come mi diverto». E meno male che la sua esibizione era un product placement. La Rai prende le distanze con il direttore Intrattenimento Prime Time Stefano Coletta: «Quando l’attacco diventa personale, non c’è libertà di espressione che tenga».

La classifica delle 28 canzoni

Quanto alla gara, dopo la seconda serata abbiamo la prima classifica di tutte e 28 le canzoni in gara. In testa troviamo Marco Mengoni, seguito da Colapesce e Dimartino, Madame, Tananai ed Elodie. Poi Coma Cose, Lazza, Giorgia, Rosa Chemical, Ultimo, Leo Gassmann, Mara Sattei, Colla Zio, Paola e Chiara, Cugini di Campagna, Levante, Mr. Rain, Articolo 31, Gianluca Grignani, Ariete, Modà, Gianmaria, Olly, Lda, Will, Anna Oxa, Shari e Sethu . Nella classifica parziale della serata ci sono nell’ordine: Colapesce e Dimartino, Madame, Tananai, Lazza, Giorgia, Rosa Chemical, Paola e Chiara, Levante, Articolo 31, Modà, Lda, Will, Shari e Sethu.

È stata la notte dell’orgoglio boomer, con l’inedito team up che riunisce Al Bano, Morandi e Ranieri ma anche quella dell’Ariston che si trasformava in discoteca e s’alzava in piedi per ballare alle note dei Black Eyed Peas. C’era un Amadeus visibilmente più tranquillo, complice l’exploit di ascolti della prima serata, e un Morandi sempre più a suo agio nel ruolo di spalla del direttore artistico. Qua e là, rapide parentesi di riflessione sul grande mondo che gira intorno al piccolo mondo dell’intrattenimento: il dramma dell’Iran che affiora dalle parole di Pegah Moshir Pour e Drusilla Foer, le storie del carcere di Nisida raccontate da Francesca Fagnani. A notte fonda, poco prima della chiusura, il monologo del comico politically uncorrect Angelo Duro che fa l’elogio della prostituzione.

Scopri di piùScopri di più

Morandi, Al Bano, Ranieri (Ansa)

Il trio Al Bano, Morandi Ranieri

Gianni Morandi in galleria canta In ginocchio da te. Massimo Ranieri dalla platea gli fa eco con Vent’anni. Sulle scale appare Al Bano ed è subito Nel sole. Il super-trio della musica leggera italiana, allestito per l’occasione così da rassicurare i fan del festival con qualche anno in più, si prende il palco dell’Ariston: è subito questo il momento clou della seconda serata di Sanremo. Si incrociano e si sfidano a colpi di Andavo a 100 all’ora, Mattino, Rose Rosse, Scende la pioggia e Felicità. Ma soprattutto Perdere l’amore, Uno su mille e È la mia vita. Dove si fa a finire? A una standing ovation, a quattro torte per i «quattro volte 20 anni» di Al Bano e all’omaggio a Umberto Bindi per Il nostro concerto.

Fonte

Scritto da: redazione

Rate it

Classifica

Tracklist completa

ASCOLTACI CON LE NOSTRE APPLICAZIONI

0%